Nico Vascellari ottavo re di Roma. Da Ben Stiller a Isabella Ferrari, a Enrico Lucherini: ecco chiccera alla festa/performance all’Aula Bunker del Foro Italico by Sky Arte HD

  Le prime impressioni, con dei brani della video performance realizzata da Nico Vascellari con Marina Abramovic e del concerto live di Arto Lindsay, ve le abbiamo raccontate ieri sera, praticamente in diretta. Ma poi è andata avanti fino a notte inoltrata, la festa che segnava la serata inaugurale del progetto promosso da Sky Arte […]

 

Le prime impressioni, con dei brani della video performance realizzata da Nico Vascellari con Marina Abramovic e del concerto live di Arto Lindsay, ve le abbiamo raccontate ieri sera, praticamente in diretta. Ma poi è andata avanti fino a notte inoltrata, la festa che segnava la serata inaugurale del progetto promosso da Sky Arte HD, di ricostruire per un mese nella Capitale, nell’inedita location dell’Aula Bunker del Foro Italico, lo studio di Vittorio Veneto di Vascellari, declinato nel progetto “Codalunga”, facendone occasione per una serie di appuntamenti che vedranno protagonisti grandi personaggi del mondo dell’arte. E – come accennavamo – si sono visti diversi personaggi, per la maggior parte “laterali” al solito ambiente delle arti visive: gente di cinema, della tv, dell’ambito letterario o musicale. Da Victor Victoria Cabello a Ben Stiller (nella Capitale per girare il film a cui lavora), dal regista Renato de Maria alla moglie Isabella Ferrari, da Sandro Veronesi a Niccolò Ammanniti, da Chicco Testa a Mario Martone, alla scrittrice Melissa P. Ecco, dunque, la fotogallery per vedere – immagini spesso un po’ buie, ma questo consentiva l’ambiente – chiccera…

Claudia Colasanti

 

 

  • luca rossi

    un trust di fini intellettuali

    • giorgio

      si, gente a cui non frega nulla dell’arte per 364 giorni l’anno e poi viene invitata agli eventi esclusivi, a discapito di chi sa almeno chi sia Vascellari.

  • Giann

    Raga ma tipo zoolander?

  • Luca Rossi

    Queste serate ci fanno capire perchè la politica fa quello che vuole e se ne infischia degli addetti ai lavori e della loro opinione sul bando e su Trione. Capiamo perchè la Collu finge di non capire i programmi del museo per poter andare all’estero , ecc ecc. Fino a quando regnerà questa mediocrità e queste superficialità (nessuno che argomenti l’opera di vascellari…) buona se non chiudono tutti i musei del contemporaneo in italia. E forse sarebbe un bene.