Italiani in trasferta. Rudy Cremonini a New York, in coppia con Reuven Israel. Oli e acquerelli, indagando il senso dell’ambiguità e della sospensione

Uno è italiano, di Bologna, l’altro è israeliano, nato a Gerusalemme e residente a Tel Aviv. Rudy Cremonini e Reuven Israel, rispettivamente classe ’81 e ’78, si incontrano in un dialogo visivo e visionario, presso lo Spazio 522 a Chelsea, New York. Curata da Sarah Corona, ormai in pianta stabile nella grande mela, Recent & […]

Rudy Cremonini, Il primo annuncio, 2014, Oil on canvas, 11 x 13 inch

Uno è italiano, di Bologna, l’altro è israeliano, nato a Gerusalemme e residente a Tel Aviv. Rudy Cremonini e Reuven Israel, rispettivamente classe ’81 e ’78, si incontrano in un dialogo visivo e visionario, presso lo Spazio 522 a Chelsea, New York. Curata da Sarah Corona, ormai in pianta stabile nella grande mela, Recent & Relevant procede per affinità e armonie, lasciando emergere tutto il senso di sospensione, di disorientamento, di ambiguità e di impenetrabilità che accompagna le immagini dei due artisti. Oggetti e paesaggi ineffabili, non decodificabili, aggrappati a un tempo fluido che non lascia spazio alla logica né all’esatta rappresentazione. Così è per gli oli su tela di Cremonini – un bouquet di rose, uno stormo di rondini, un’automobile nella neve – in cui ogni scena si squaglia, tramutandosi in una corrente pastosa, improvvisamente congelata; e così è negli acquerelli di Israel, risolti nella nettezza di un tratto quasi illustrativo, ma anch’essi concepiti nel segno dell’immaginazione, del mistero: strani congegni meccanici, di cui si ignorano identità e funzione. Un dialogo tra soggetti non finiti e racconti non risolti. In mostra fino al prossimo 10 luglio.

–   Helga Marsala

Spazio 522
526 West 26th Street – Suite 522, New York
www.spazio522.com

 

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.