Lo Strillone: a Milano e su La Repubblica si litiga per Luini. E poi cantieri al Lido di Venezia, Solidarność in mostra…

L’Ambrosiana si riporta a casa il suo Luini. Non piace alla biblioteca milanese la mancata attribuzione della Sacra Famiglia che ha prestato per la grande mostra sul pittore lombardo in scena a Palazzo Reale. La Repubblica ricostruisce la diatriba: con i curatori, in barba ad una storia critica vecchia di secoli, a bollare il quadro […]

Quotidiani
Quotidiani

L’Ambrosiana si riporta a casa il suo Luini. Non piace alla biblioteca milanese la mancata attribuzione della Sacra Famiglia che ha prestato per la grande mostra sul pittore lombardo in scena a Palazzo Reale. La Repubblica ricostruisce la diatriba: con i curatori, in barba ad una storia critica vecchia di secoli, a bollare il quadro come opera di bottega; e la direzione della veneranda che lo stacca e se ne torna a casa.

Duecento milioni di euro per cambiare il volto del Lido di Venezia: su Il Sole 24Ore i progetti immobiliari di Gerald Hines per la Laguna. Una breve su La Stampa per la tela di Pietro Carriglio donata e già collocata alla Facoltà di Architettura di Palermo.

Fotonews per Titina Maselli a Roma su L’Unità, che dedica una pagina alla mostra con cui la Fondazione Feltrinelli ricorda a Milano l’epopea di Solidarność. Edito a breve da Raffaele Cortina il volume che raccoglie storia ed estetica dei monumenti ai più potenti dittatori del Novecento: anticipazioni su Il Giornale.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.