New York Updates: Frieze world, nonostante la primavera. Successo della fiera che riesce a richiamare pubblico malgrado la bella stagione e la location decentrata

Abbiamo detto più volte che Frieze New York, tenendosi a maggio in una città che soffre per tutto l’inverno lunghi mesi di gelo, viene un po’ penalizzata dalla voglia dei newyorkesi di godersi i primi vagiti dell’estate. Un atteggiamento che si percepisce anche parlando coi galleristi a dire la verità. Tuttavia gli organizzatori lo sanno […]

Abbiamo detto più volte che Frieze New York, tenendosi a maggio in una città che soffre per tutto l’inverno lunghi mesi di gelo, viene un po’ penalizzata dalla voglia dei newyorkesi di godersi i primi vagiti dell’estate. Un atteggiamento che si percepisce anche parlando coi galleristi a dire la verità. Tuttavia gli organizzatori lo sanno benissimo e fanno il possibile per rendere piacevole il “soggiorno” a Randall’s Island per i collezionisti e soprattutto per le loro famiglie. C’è un parco (quest’anno particolarmente sgombro vista la presenza un po’ ridotta delle sculture esterne di Frieze Project, non paragonabili rispetto a quelle di Londra), c’è una spiaggetta, ci sono gli scuolabus che portano da un ingresso all’altro della fiera, ci sono le automobiline elettriche tipo campo da golf che scorrazzano gli ospiti del main sponsor Deutsche Bank.
E poi ci sono tutti i ristoranti. Con il mitico comparto ristorazione di Frieze che non si lascia cogliere impreparato dal bel tempo e organizza proposte che stanno sia all’interno che all’esterno, con la sinuosa Frieze Tent che in realtà lascia ad ogni curva uno spazio per terrazze, dehors, patii e strutture esterne. Per chiudere i nostri aggiornamenti da Frieze ecco una gallery di tutta la primavera che sboccia a Frieze Art Fair 2014 e appuntamento alla Randall’s Island nel 2015…

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.