Lo Strillone: artisti in campo per l’Angelo Mai, su L’Unità lo show a sostegno del centro culturale autogestito sgomberato a Roma. E poi Irving Penn in mostra a Venezia, la scultura di Pisano secondo Tomaso Montanari, il nuovo romanzo di Donna Tartt…

Piero Pelù, Afterhours, Riccardo Sinigaglia, The Niro, Antonio Rezza con l’inseparabile Flavia Manstretta: fa il pieno di volti noti dello spettacolo la giornata che a Roma ha sollevato la questione dell’Angelo Mai, ennesimo spazio autogestito posto sotto sequestro e oggetto di un nuovo valzer di polemiche attorno al tema delle occupazioni e degli spazi per […]

Quotidiani
Quotidiani

Piero Pelù, Afterhours, Riccardo Sinigaglia, The Niro, Antonio Rezza con l’inseparabile Flavia Manstretta: fa il pieno di volti noti dello spettacolo la giornata che a Roma ha sollevato la questione dell’Angelo Mai, ennesimo spazio autogestito posto sotto sequestro e oggetto di un nuovo valzer di polemiche attorno al tema delle occupazioni e degli spazi per la cultura. Sul caso L’Unità.

Viaggio di Alberto Arbasino tra New York e le meraviglie delle Marche, con spolverate di arte e reminiscenze pascoliane su La Repubblica. Aromi letterari anche su Il Giornale per la recensione di Stenio Solinas all’ultimo romanzo di Donna Tartt, che muove i primi passi dalle sale del Metropolitan Museum.

A scuola d’arte con Tomaso Montanari sulle colonne de Il Fatto Quotidiano: oggi si parla della scultura di Giovanni Pisano. Consueto appuntamento del lunedì con le recensioni de La Stampa: tutti in Laguna per Irving Penn a Palazzo Grassi e per i dialoghi tra Melotti e Magritte alla Guggenheim.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.