Art Digest: sindaco de Blasio, non ti scordar di noi. Quel quadretto in salotto è un Van Dick, monsignore. Una Reina re dei musei spagnoli

Come si comporterà il nuovo sindaco di New York, Bill de Blasio con le istituzioni artistiche? Terrà fede all’approccio più populista rispetto al predecessore Michael Bloomberg? Lo sperano le realtà più piccole… (nytimes.com) L’aveva comprato da un antiquario per 400 sterline, quel quadro che da 10 anni stava appeso al suo salotto. Ora grazie a […]

Bill de Blasio

Come si comporterà il nuovo sindaco di New York, Bill de Blasio con le istituzioni artistiche? Terrà fede all’approccio più populista rispetto al predecessore Michael Bloomberg? Lo sperano le realtà più piccole… (nytimes.com)

L’aveva comprato da un antiquario per 400 sterline, quel quadro che da 10 anni stava appeso al suo salotto. Ora grazie a un programma tv un sacerdote scopre che è un Van Dyck originale, valore quasi mezzo milione… (telegraph.co.uk)

Sono veramente molto emozionato e felice”. Il primo giorno del 2014 porta un’inattesa onorificenza per lo scultore Antony Gormley: la nomina a cavaliere nella “New Year Honours list”… (bbc.co.uk)

In barba alla crisi, il Reina Sofia mette in archivio un 2013 da record: con 3.184.640 visitatori è il museo spagnolo più visto di sempre in un anno, di molto davanti agli storici “rivali” Prado e Thyssen… (abc.es)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.