Sky Arte update: il ponte di Brooklyn suonato come un gigantesco strumento musicale. Arte e tecnologia per l’inglese Di Mainstone, che realizza la sua eterea e spettacolare “Human Harp”

Seimila persone ogni giorno. Il battito di dodicimila piedi. Passi affrettati e schivi, ma anche meditabondi e contemplativi, appesantiti dalle incombenze quotidiane o alleggeriti dall’ozio di una piacevole vacanza; passi che si inseguono lungo il ponte di Brooklyn, aperto al pubblico esattamente centrotrent’anni fa. Di quei piedi che corrono da una riva all’altra dell’Hudson un […]

La danzatrice Hollie Miller “suona” il ponte di Brooklyn - foto Martin Noboa

Seimila persone ogni giorno. Il battito di dodicimila piedi. Passi affrettati e schivi, ma anche meditabondi e contemplativi, appesantiti dalle incombenze quotidiane o alleggeriti dall’ozio di una piacevole vacanza; passi che si inseguono lungo il ponte di Brooklyn, aperto al pubblico esattamente centrotrent’anni fa. Di quei piedi che corrono da una riva all’altra dell’Hudson un bel giorno due rallentano. Si fermano. Aspettano. Sono quelli di Di Mainstone, artista inglese in residenza nella Grande Mela. Fulminata a un tratto dal suono roboante di quella struttura magniloquente: le centinaia di passi disegnano ritmi che si intersecano alla melodia effimera delle correnti d’aria, con i cavi in trazione che sfrecciano tra i piloni a vibrare come corde di un gigantesco strumento musicale. Nasce dalla suggestione di un momento il progetto Human Harp, binomio tra arte performativa ed alta tecnologia condotto in collaborazione con la Queen Mary University di Londra e il gruppo AntiAlias. Realizzato in via sperimentale a New York, ma destinato in potenza ad essere replicato ovunque ci sia un ponte sospeso. Un corpetto elegantissimo, quasi una leggera corazza, agganciato attraversi un reticolo di corde in metallo ai cavi che sorreggono il ponte: i punti di congiunzione sono connessi a rocchetti hi-tech che traducono i rumori dell’ambiente in output sonori. Nascono armonie eteree, costruite pizzicando le corde del corpetto, tirandole o rilasciandole; una composizione al tempo stesso casuale, creata dal passaggio della gente e dal fluire del vento, ma controllata dall’azione dei performer.

 Il sito di Sky Arte è powered by Artribune, che ne cura contenuti e interfaccia digitale. Scoprite a questo link le novità di palinsesto e le news che arricchiscono il portale del primo canale televisivo culturale italiano in HD…
www.arte.sky.it

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • giulia berra

    progetto affascinante!