Quasi tutto pronto per Independent, la fiera di New York che torna nella primavera del 2014 con la sua quinta edizione. Ecco la lista delle gallerie, con tre italiane di punta

Pronta la lista delle gallerie che comporranno lo schema della newyorchese Independent fair, attesa per il weekend del 6/9 marzo 2014. In aumento le partecipazioni, che dalla solita quarantina passano a cinquanta, con nomi decisamente cool e al contempo assai strutturati, selezionati dalla scena internazionale. Confermata la sede originaria, al 548 West 22nd Street, tra […]

Independent, New York

Pronta la lista delle gallerie che comporranno lo schema della newyorchese Independent fair, attesa per il weekend del 6/9 marzo 2014. In aumento le partecipazioni, che dalla solita quarantina passano a cinquanta, con nomi decisamente cool e al contempo assai strutturati, selezionati dalla scena internazionale. Confermata la sede originaria, al 548 West 22nd Street, tra la decima e l’undicesima Avenue, nel palazzo dell’ex Dia Center for the Arts. E archiviata la ripetuta collaborazione con l’architetto Christian Wassmann, saranno stavolta Andrew Feuerstein e Bret Quagliara a occuparsi dell’allestimento e della progettazione degli spazi. Media partner strategico è ancora Mousse, coinvolto fin dalla prima edizione e chiamato ad occuparsi anche del catalogo.
Ma veniamo alla lista delle gallerie, tra cui spiccano tre italiane, la più giovane Supportico Lopez di Gigiotto Del Vecchio, con base a Berlino, accanto alla milanese Giò Marconi entrambe già di casa, al loro secondo o terzo giro – a cui si aggiunge la new entry Franco Noero. Oltre a loro, ci saranno:  47 Canal, Christian Andersen, The Approach, Art : Concept, Artists Space, Balice Hertling , The Box, BQ, Broadway 1602, Gavin Brown’s enterprise, Campoli Presti, Elizabeth Dee, Gaudel de Stampa, Herald St, House of Gaga, Karma, Anton Kern Gallery, KOW, Andrew Kreps Gallery, Labor, Galerie Emanuel Layr, Wilfried Lentz, Ignacio Liprandi, Maccarone, McCaffrey Fine Art, Mendes Wood DM, Meyer Kainer, Meyer Riegger, The Modern Institute, Murray Guy, Galerie Nagel Draxler, Galerie Neu, Neue Alte Brücke, Office Baroque Gallery, Peres Projects, ProtoCinema, RaebervonStenglin, Ramiken Crucible, Real Fine Arts, Kerry Schuss, Société, Sprüth Magers, Stuart Shave Modern Art, Three Star Books, Untitled, Vilma Gold, Michael Werner, White Columns, Galerie Susanne Zander.
Independent aveva dedicato l’edizione del 2013 alle organizzazioni non-profit di Chelsea che erano state maggiormente colpite dall’uragano Sandy, lanciando in contemporanea il Premio Privatus, con diecimila dollari assegnati da una giuria di curatori a una galleria o a un’istituzione indipendente, distintesi per il lavoro curatoriale di qualità svolto in occasione della fiera. Il programma di quest’anno, dal concept alle iniziative speciali, è invece ancora in fase di elaborazione. Aggiornamenti attesi a stretto giro, mentre il primo – e più importante – step, quello relativo alle adesioni, è già brillantemente completato.

– Helga Marsala

www.independentnewyork.com

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.