Lo Strillone: “l’idraulico” amico di Enrico Letta guida gli enti lirici e indigna Il Giornale. E poi Firenze in mostra in Germania, Testori conquista Parigi, un videogioco per raccontare Pompei…

Di musica non capisce un tubo: è con una freddura che Massimiliano Scafi commenta sulla prima de Il Giornale la nomina di Pier Francesco Pinelli a commissario straordinario di governo per le fondazioni lirico sinfoniche. Che ci fa un ingegnere idraulico su una poltrona da 100mila euro l’anno? Politicamente è vicino a Enrico Letta, rivela […]

Quotidiani
Quotidiani

Di musica non capisce un tubo: è con una freddura che Massimiliano Scafi commenta sulla prima de Il Giornale la nomina di Pier Francesco Pinelli a commissario straordinario di governo per le fondazioni lirico sinfoniche. Che ci fa un ingegnere idraulico su una poltrona da 100mila euro l’anno? Politicamente è vicino a Enrico Letta, rivela il quotidiano. E anche nel PD c’è chi mugugna…

Il premier tiene banco anche per la sua partecipazione via streaming agli Stati Generali della Cultura promossi da Il Sole 24Ore: ampio spazio all’evento sul giornale di Confindustria, L’Unità titola dalla sua proposta simbolica di istituire una Capitale della Cultura ogni anno.

La Stampa inaugura a Bonn la mostra che tra arte e cimeli vari racconta sette secoli di storia di Firenze, partendo da Dante; genio italico in trasferta anche per La Repubblica: a Parigi una giornata di studi dedicata a Giovanni Testori. A Milano in scena BookCity: nel presentare la kermesse dedicata al libro Corriere della Sera sceglie di concentrarsi sull’arena effimera progettata per l’occasione da Michele De Lucchi.

Quotidiano Nazionale scopre le meraviglie del multimediale museale, con il progetto che sfrutta le tecnologie dei videogame per ricostruire Pompei in 3D. Intanto a Istanbul si dibatte sulla possibile apertura di Santa Sofia al culto islamico: scelta che per Italia Oggi avrebbe effetti negativi sul turismo culturale in città.

Fausto Pirandello in mostra ad Agrigento e su Sette; il teatro romano di Volterra condannato al degrado, mentre alle porte di Matera antichi borghi dimenticati rivivono grazie ai volontari della cultura: luci e ombre nell’indagine di Luca Nannipieri su Panorama, monitorando lo stato del patrimonio nazionale.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.