Biennale di Venezia finissage live. 475mila visitatori opening escluso, è record assoluto. Baratta: “Più di 100mila under 25, è stata la Biennale degli zainetti”

Massimiliano Gioni è morto. Due volte. “Un proverbio yiddish narra che per un uomo c’è un numero limitato di parole e poi muore: io in questi sei mesi le ho usate. E se le foto rubano l’anima, anche quella è andata!“. Scherza il curatore quando apre questa mattina la conferenza stampa (affollatissima) di chiusura della […]

Massimiliano Gioni è morto. Due volte. “Un proverbio yiddish narra che per un uomo c’è un numero limitato di parole e poi muore: io in questi sei mesi le ho usate. E se le foto rubano l’anima, anche quella è andata!“. Scherza il curatore quando apre questa mattina la conferenza stampa (affollatissima) di chiusura della 55a edizione della Biennale Arte. Che non è mai stata così viva. La Biennale dei record: d’ingressi e non solo. 475mila visitatori, opening e ultima giornata esclusi, è il record assoluto: supera il precedente record del ’74 che in realtà comprendeva anche i biglietti di altre attività.
E il primo saluto del Presidente Baratta va il Viceministro della cultura dell’Indonesia seduto in prima fila: esporteranno la loro Biennale in Asia, prima di ripresentarla a Giacarta. È un Baratta compiaciuto per gli obbiettivi raggiunti, e non risentito come il pubblico quando conferma che per legge il Presidente può espletare solo due mandati. E poi commenta: “La definiremo la Biennale degli zainetti: il 25% dei visitatori, ovvero più di 100mila, sono stati under 25”…

– Mariella Rossi