Lo Strillone: Banksy critica le nuove Torri Gemelle e su La Repubblica il New York Times lo censura. E poi collezionisti cinesi finanziano mostre a Parigi, in memoria di Arthur Danto, ad Anversa un nuovo Museo dell’Emigrazione…

Banksy, basta! Ma che t’ha fatto la Grande Mela?!? Ennesima puntata su La Repubblica per l’ormai quotidiana querelle tra lo street-artist e la città: questa volta la polemica scorre sulle colonne del New York Times. Che avrebbe rifiutato un articolo scritto di pugno dall’artista, critico nei confronti del progetto per il nuovo World Trade Center. […]

Quotidiani
Quotidiani

Banksy, basta! Ma che t’ha fatto la Grande Mela?!? Ennesima puntata su La Repubblica per l’ormai quotidiana querelle tra lo street-artist e la città: questa volta la polemica scorre sulle colonne del New York Times. Che avrebbe rifiutato un articolo scritto di pugno dall’artista, critico nei confronti del progetto per il nuovo World Trade Center. E sul folle mese oltreoceano di Banksy arrivano su Il Giornale le considerazioni di Luca Beatrice.

Si avvicina il giorno del ventesimo anniversario della morte di Fellini: primi amarcord su Quotidiano Nazionale. In vena di omaggi anche il manifesto, con il coccodrillo a scoppio ritardato in memoria di Arthur Danto.

Anversa chiama, Genova risponde: su La Stampa il nuovo Museo dell’Emigrazione della città belga, gemellato con quello ligure. Appunti milanesi: Avvenire al PAC per Adrian Paci, Libero a Palazzo Reale con Andy Warhol.  Italia Oggi a Parigi: fondi di collezionisti cinesi per la mostra di Zeng Fanzhi al MAM.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.