Biennale Updates: la Prima Materia di Punta della Dogana? Mezzo secolo di storia, per ottanta opere della collezione Pinault. Anteprima di immagini, giusto per farsi venire la voglia…

Monumentale, eclettica, scenografica, ampiamente modulata tra concetto e visione: Prima Materia, nuovo gioiello espositivo targato Francois Pinault e pensato per gli spazi di Punta della Dogana, è un’altra operazione di grande respiro dedicata dal magnate francese alla Serenissima. Inaugurata in occasione della 55° Biennale d’Arte, la mostra raccoglie ottanta opere di artisti internazionali, tutte inserite nell’immensa collezione Pinault. Range temporale significativo, […]

Adel Abdessemed - Prima Materia - Punta della Dogana, Venezia

Monumentale, eclettica, scenografica, ampiamente modulata tra concetto e visione: Prima Materia, nuovo gioiello espositivo targato Francois Pinault e pensato per gli spazi di Punta della Dogana, è un’altra operazione di grande respiro dedicata dal magnate francese alla Serenissima. Inaugurata in occasione della 55° Biennale d’Arte, la mostra raccoglie ottanta opere di artisti internazionali, tutte inserite nell’immensa collezione Pinault. Range temporale significativo, per un’indagine linguistica ed estetica che va dagli anni Sessanta a oggi. Mezzo secolo di storia e di sperimentazioni creative ed intellettuali, provando a mettere in dialogo movimenti e singoli artisti che furono e che sono autentiche stelle nel firmamento del contemporaneo: da Mono-Ha all’Arte Povera, da Marlene DumasMark Grotjahn, da Philippe Parreno ad Alighiero Boetti, da Bruce Nauman a Roman Opalka, da Robert Barry a Piero Manzoni. Un progetto che segue le tappe di quella “prima materia” aurea del pensiero e dell’immaginazione da cui scaturiscono, come in un processo alchemico, pluralità di forme, segni, scritture ed intuizioni, tra armonia e conflitto.
Allestita fino al 31 dicembre 2013, la mostra – che porta la doppia firma di Caroline Bourgeois e Michael Govan – ve la raccontiamo già, a poche ore dall’inaugurazione ufficiale, con un’ampia carrellata di fotografie.

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.