Per New York è tempo di Photography week. Dalla fiera AIPAD alle aste Phillips, Christie’s e Sotheby’s, per un mercato con grandi margini di crescita

È l’appuntamento fieristico più importante dell’anno per il comparto – AIPAD, che dal 3 al 7 aprile celebra la sua 33esima edizione al Park Avenue Armory – il clou della prima settimana di aprile che New York dedica alla fotografia, inaugurandola con le aste ad essa dedicate a partire dal 2 aprile. Oltre 70 gallerie da tutto il […]

È l’appuntamento fieristico più importante dell’anno per il comparto – AIPAD, che dal 3 al 7 aprile celebra la sua 33esima edizione al Park Avenue Armory – il clou della prima settimana di aprile che New York dedica alla fotografia, inaugurandola con le aste ad essa dedicate a partire dal 2 aprile. Oltre 70 gallerie da tutto il mondo, ma soprattutto dagli States, presentano opere di qualità museale, dalla fotografia del XIX secolo al contemporaneo, includendo anche video e new media. Con alcuni solo show mozzafiato, da Edward Weston alla Galerie Johannes Faber, Vienna, a Manuel Alvarez Bravo che ritrae Frida Kahlo nel 1940 da Throckmorton Fine Art, New York, a James Welling da David Zwirner, New York. La serie di vendite all’asta è invece inaugurata da Phillips il 2 e 3 aprile con la Collezione del Dr. Anthony Terrana, dalla fotografia classica ai giorni nostri, un catalgo guidato da Alfred Stieglitz che ritrae un intimo momento della sua vita privata con Georgia O’Keeffe, New York, 1918 (stima $300-500mila). A seguire l’asta Photographs, con grandi classici che vanno da Irving Penn a Thomas Struth e Hiroshi Sugimoto.
Il 4 aprile tocca a Christie’s, che ospita in catalogo 70 stampe vintage datate tra 1900 e 1925, frutto della raccolta di un collezionista sudamericano e delle intuizioni del suo advisor Jill Rose. Rose creò inizialmente una wish list di grandi fotografi che il collezionista segui alla lettera: il primo acquisto fu un fotogramma unico di László Moholy-Nagy del1925 ($200-300mila). Tra gli altri highlights Eugène Atget, Constantin Brancusi, Alvin Langdon Coburn, Man Ray, Christian Schad, Edward Steichen, Alfred Stieglitz e Edward Weston.
Infine Sotheby’s il 5 aprile, con la vendita Photographs from an Important American Collection guidata da Edward Weston, e il 6 aprile con Photographs, di cui alcuni lotti venduti in beneficenza per il Philadelphia Museum of Art, come Alfred Sietglitz, Robert Frank, Berenice Abbott, Robert Adams, Irving Penn, Hiroshi Sugimoto e Francesca Woodman. Il giro d’affari annuale della fotografia rimane ancora molto basso, circa il 2% del totale, con prezzi ancora molto contenuti e stabili, ma la richiesta dei collezionisti di questo settore sta raddoppiando di anno in anno. E solo questa settimana Phillips, Christie’s e Sotheby’s offrirono oltre 900 opere fotografiche, per tutti i gusti e portafogli…

– Martina Gambillara

www.aipad.com