Marco Gastini ai Martedì Critici. A Milano un nuovo appuntamento con il ciclo di art talk più celebre d’Italia. Viaggio nella sperimentazione di un maestro del secondo ‘900, tra pittura e installazione

Formatosi all’Accademia Albertina, allievo di Enrico Paulucci (uno dei fondatori del gruppo dei Sei), assistente di Umberto Mastroianni, Marco Gastini, nato a Torino nel 1938, è uno dei nomi storici della pittura italiana. Le sue prime ricerche, risalenti alla fine degli anni Sessanta, traducevano la lezione della scuola post-informale in un astrattismo intriso di concettuale […]

Marco Gastini - Luci d'Artista 2009, Torino, Galleria Subalpina
Marco Gastini - Luci d'Artista 2009, Torino, Galleria Subalpina

Formatosi all’Accademia Albertina, allievo di Enrico Paulucci (uno dei fondatori del gruppo dei Sei), assistente di Umberto Mastroianni, Marco Gastini, nato a Torino nel 1938, è uno dei nomi storici della pittura italiana. Le sue prime ricerche, risalenti alla fine degli anni Sessanta, traducevano la lezione della scuola post-informale in un astrattismo intriso di concettuale e di minimalismo: una sintesi espressiva in cui segno, materia, spazio, colore, tendevano verso il grado zero dell’icona e la rarefazione della forma, in favore di una densità del senso, non in quanto significato, ma in quanto sentimento della visione. L’oggetto pittorico diventava così strumento di indagine sulla pittura stessa, luogo in cui esplorare i confini del gesto e dello sguardo. Ed è proprio questa tensione spaziale a spingere il lavoro di Gastini, nel desiderio di scivolare lungo quel piano di intersezione tra immagine, ambiente e azione creativa: sfondare i limiti della tela sarà una conseguenza naturale di questa missione esplorativa. Da qui l’espansione energica, emotiva e insieme ideale verso le pareti degli spazi espositivi, tramutando la pittura in installazione, in un continuum imprevisto. Esemplare l’intervento realizzato nel 2009 a Torino, per il progetto Luci d’artista: un cielo elettronico blu-oltremare, ricamato sul soffitto come se il colore si fosse tramutato in luce, e la luce in segno, per una scrittura felice di cortocircuiti.
Martedì 12 marzo, dopo due settimane di pausa, tornano i Martedì Critici, nella loro nuova edizione milanese, al Museo Pecci di Milano. Marco Gastini racconterà di sé, introdotto da Alberto Dambruoso – per l’occasione affiancato da Marco Meneguzzo – ripercorrendo tutto il suo iter di ricerca: dall’apprendistato con le tecniche trasmesse dal padre marmista, al periodo degli oggetti “umanizzati” inclusi nelle tele degli anni Ottanta, fino alle ultime opere in terracotta. Su Artribune Television, intanto, arriva il video dell’appuntamento quello con Sergio Ragalzi.

– Helga Marsala

Museo Pecci – Ripa di Porta Ticinese, 113 – Milano
Ingresso libero
Orari: martedì ore 19.30-21.30
Contatti: tel 339 7535051
[email protected]com
www.imartedicritici.com www.centropecci.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.