Andrea Bruciati diventa “direttore” di ArtVerona. Affiancherà l’attuale direttore Massimo Simonetti a partire dall’edizione del prossimo ottobre

Decisamente ricca di novità si preannuncia l’edizione numero nove di ArtVerona prevista per ottobre 2012. Da quest’anno, come avevamo anticipato ad ottobre scorso in occasione dell’ottava edizione, la rassegna entra in pancia all’Ente Fiera veronese e dunque diventa una manifestazione interna e di proprietà del quartiere fieristico scaligero. La nuova configurazione esclude la presenza di […]

Andrea Bruciati

Decisamente ricca di novità si preannuncia l’edizione numero nove di ArtVerona prevista per ottobre 2012. Da quest’anno, come avevamo anticipato ad ottobre scorso in occasione dell’ottava edizione, la rassegna entra in pancia all’Ente Fiera veronese e dunque diventa una manifestazione interna e di proprietà del quartiere fieristico scaligero. La nuova configurazione esclude la presenza di veri e propri “direttori” in quanto, in un ente pubblico questa denominazione può essere associata solo a dirigenti interni. Massimo Simonetti, dunque, da sempre direttore della kermesse, si trasformerà in consulente artistico e, ecco la notizia, verrà affiancato da Andrea Bruciati. Il curatore marchigiano, a lungo direttore della Galleria Comunale di Monfalcone (oggi chiusa o moribonda come tanti altri piccoli musei civici del paese) e rimasto deluso dalla corsa alla direzione del Madre, si affiancherà – secondo quanto Artribune è in grado di anticipare – a Simonetti e dunque evolverà nel suo ruolo che lo vede presente a Verona fin dal 2009 come curatore della fortunata sezione On Stage.
La mossa dimostra, semmai ce ne fosse bisogno, la caparbia volontà di ArtVerona nel ritagliarsi il suo ruolo e di difendere le posizioni conquistate nell’affollato scacchiere del risiko fieristico italiano. L’intuito e le capacità di talent scouting di Bruciati unite all’esperienza ed alle buone relazioni di Simonetti costituiscono un tandem complementare. Nell’auspicio che in ottobre il tunnel della crisi economica inizi a far intravedere la propria fine…