Art Digest: occhio, Ai Weiwei: chi di libretto ferisce… Philippe Starck e lo yacht postumo per Steve Jobs. Affordable Art Fair, la “major” delle fiere d’arte

Non che presentarsi come il nuovo Mao sia il massimo della vita: ma la furia “pubblicistica” può portare anche a questo. Insomma, Ai Weiwei lancia il suo “libretto nero”, da contrapporre al “libretto rosso”… (artdaily.org) Bruttino? Pazienza, tanto il committente – purtroppo – non sarà in grado di contestarlo. A oltre un anno dalla sua […]

Ai Weiwei e il libretto nero

Non che presentarsi come il nuovo Mao sia il massimo della vita: ma la furia “pubblicistica” può portare anche a questo. Insomma, Ai Weiwei lancia il suo “libretto nero”, da contrapporre al “libretto rosso”… (artdaily.org)

Bruttino? Pazienza, tanto il committente – purtroppo – non sarà in grado di contestarlo. A oltre un anno dalla sua morte, trovato un accordo sul pagamento, è stato varato il megayacht che Steve Jobs commissionò al designer francese Philippe Starck… (dezeen.com)

Quanti sanno che il mitico Rally Parigi-Dakar si è spostato in America Latina? E che ci importa? Poco, se non per il fatto che il Colegio de Arqueólogos de Chile ora imita le soprintendenze italiane: bloccate la corsa, le motociclette danneggiano i siti archeologici… (eluniversal.com.mx)

Una marcia inarrestabile, un’espansione a macchia d’olio: ormai Affordable Art Fair conta su una quindicina di edizioni in tutto il mondo. E ora, dopo Singapore, prepara un nuovo sbarco in Asia, a Hong Kong, dal 13 al 15 marzo 2013… (artinfo.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.