Se c’erano anche Alemanno e Gasperini… Tutta Roma in strada (e in macchina, ahinoi) per la Notte dei Musei, ecco il fotoreportage (un po’ rubacchiato da Twitter)

In pausa dalle mille tensioni fra tormenti amministrativi interni, lavoro sottotraccia in chiave elezioni regionali (e comunali), prospettive politiche nazionali, verso mezzanotte si è visto anche il Sindaco Gianni Alemanno,  alle Scuderie del Quirinale accompagnato dall’Assessore Dino Gasperini, mentre la fila dei visitatori si allungava fino a raggiungere il cinema Rialto. Scene dalla Notte dei […]

Il Sindaco Alemanno con l'Assessore Gasperini alle Scuderie del Quirinale

In pausa dalle mille tensioni fra tormenti amministrativi interni, lavoro sottotraccia in chiave elezioni regionali (e comunali), prospettive politiche nazionali, verso mezzanotte si è visto anche il Sindaco Gianni Alemanno,  alle Scuderie del Quirinale accompagnato dall’Assessore Dino Gasperini, mentre la fila dei visitatori si allungava fino a raggiungere il cinema Rialto.
Scene dalla Notte dei Musei, recuperata – ma solo a Roma – in questo inizio di ottobre dopo l’annullamento a maggio in seguito all’attentato di Brindisi. Dalle Scuderie del Quirinale al Campidoglio, dalla Casa del Cinema alla Galleria Borghese, tante le strutture aperte con orari speciali per una festa della cultura che – complice il clima estivo – ha portato in strada migliaia di romani e di visitatori giunti da fuori della Capitale. Molti, purtroppo, hanno scambiato l’evento per l’occasione di entrare in Centro Storico con l’auto privata visto che in nome non si sa di quale scelta scellerata la ZTL è stata sospesa rendendo la città un ricettacolo di smog e lamiere. Noi proviamo a restituirvi un’idea del clima con un po’ di immagini, alcune delle quali sfacciatamente rubacchiate dall’attivissimo Twitter…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.