Con la scusa dell’arte ti piazzo una festa alla Fabbrica del Vapore. Chiccera? Com’è andata? Ve lo raccontiamo noi

  Pronti, partenza… Start! Peccato che la pioggia bagni la pista, l’orario non sia da maratoneti del divertimento e un calendario fitto di altri appuntamenti costringa alla falsa partenza. Party doveva essere, alla Fabbrica del Vapore. E party è stato: dopo un avvio un po’ da festa delle medie (opening alle 20.30: tardi per l’aperitivo, […]

Accadde una notte a Milano, Fabbrica del Vapore, Milano - It's party time!

 

Pronti, partenza… Start! Peccato che la pioggia bagni la pista, l’orario non sia da maratoneti del divertimento e un calendario fitto di altri appuntamenti costringa alla falsa partenza. Party doveva essere, alla Fabbrica del Vapore. E party è stato: dopo un avvio un po’ da festa delle medie (opening alle 20.30: tardi per l’aperitivo, presto per qualsiasi cosa non sia la replica del TG di Mentana) la serata fa il diesel e si scalda strada facendo. Ti porti a casa il calendario dei prossimi eventi firmati Start, con il programma estate-autunno delle gallerie consociate; ma anche il reportage fotografico su Baghdad che Giovanna Silva ha edito con Mousse. Rapida scorsa, nello spazio Viafarini/DOCVA, ai giovani “barbari” selezionati alla NABA da Adrian Paci e Marcello Maloberti; il tempo di uno shot di vodka aromatizzata ad ananas e peperoncino (pollice su per i beveraggi di Pravda Vodka Bar) e la scena se la contendono i Tango Illegal di that’s contemporary e i dj set, tra qualche schitarrata e un po’ di jazz.
Accadde una notte a Milano recitava il titolo sull’invito: è accaduto che un tot di persone si siano radunate ad ascoltare musica e ciucciare cosine buone, chiacchierando amabilmente di questo e quell’altro. Tutto sommato niente di trascendentale, ma come si dice da queste parti piutost che niènt, l’è mei piutost.    

– Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.
  • Luca

    Ospite geniale barnaba fornasetti come dj !