Performance, concerti ed happenings. Tutto in una notte, nell’ultimo progetto-maratona dello sloveno Jaša. Ve lo racconta la fotogallery veneziana di Artribune

Un’intera nottata fatta di performance, concerti e happenings. Un laboratorio aperto dalle 21 alle 9 della mattina, con una maratona di 12 ore in cui artisti internazionali cambiano completamente l’assetto architettonico dello spazio, in una grande struttura “che coinvolge il visitatore in un sistema che potenzia il carattere relazionale dell’arte”. Quale spazio? Quello veneziano della […]

Jaša – Single, galleria A plus A, Venezia (foto Simone Settimo)

Un’intera nottata fatta di performance, concerti e happenings. Un laboratorio aperto dalle 21 alle 9 della mattina, con una maratona di 12 ore in cui artisti internazionali cambiano completamente l’assetto architettonico dello spazio, in una grande struttura “che coinvolge il visitatore in un sistema che potenzia il carattere relazionale dell’arte”.
Quale spazio? Quello veneziano della galleria A plus A, teatro del progetto Single dell’artista sloveno Jaša, che porta un nuovo appuntamento della sua ricerca nella città che lo ha visto nascere artisticamente. Ecco allora un giovane violinista alle prese con un brano di Mozart, un coro di anziane con una canzone composta dall’artista, una band giovanile con i propri pezzi più potenti, e lo stesso artista a recitare poesie e suonare live. Il resto lo racconta l’ampia fotogallery…

www.aplusa.it


CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.