Volo radente per i corridoi: Arte Fiera apre domani, ma come resistere a dare una prima occhiata a qualche stand? Eccovi una carrellata di foto-pirata

Non sta bene sbirciare dalla “serratura”? Ma qui ad Arte Fiera non ci sono serrature, e anche se qualcuno sta ancora armeggiando fra installazioni e allestimenti vari, non se la prenderà di certo per qualche innocua foto. Tanto, poi, non avremmo resistito comunque alla tentazione: ok, domani tutti vedranno tutto, ma intanto si può andare […]

Non sta bene sbirciare dalla “serratura”? Ma qui ad Arte Fiera non ci sono serrature, e anche se qualcuno sta ancora armeggiando fra installazioni e allestimenti vari, non se la prenderà di certo per qualche innocua foto. Tanto, poi, non avremmo resistito comunque alla tentazione: ok, domani tutti vedranno tutto, ma intanto si può andare avendo una minima idea dell’aria che tira. A voi la parola, se la gallery fotografica vi stimola qualche considerazione: altrimenti, appuntamento ai tanti Bologna Updates…

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Oscar

    Bella l’ immagine del ciclista in corsa fuggente e del carrello delle immondizie immobile senza guidatore e i Quadri fissi alle pareti degli stands in visione .
    Ecco spiegata l’ ARTE : fissa, sfuggevole ma imperitura.

    • SAVINO MARSE£GLIA (artist)s.marseglia

      LA CRISI DELL’ARTE, CONDIZIONA ANCHE LE VENDITE IN SALDO !!!

      Secondo me, l’immagine del ciclista in corsa sembra il biglietto da visita di questa “Arte Fiera”. La bicicletta, sembra il mezzo più comodo e veloce per visitare la moltitudine di stand alla ricerca di qualcosa di nuovo da acquistare e per chi non vede l’ora di andar via velocemente.

      Punti di vista…Dimenticavo il cassonetto delle immondizie (1297), anzi gli oggetti che esso contiene, forse sono già “opere d’arte” catalogate, in attesa di essere smerciate e sostituite da altre.

      Qualche acquirente, potrebbe pensare quanto spesso sia difficile scegliere l’oggetto giusto nel mucchio di cianfrusaglie. Una cosa positiva c’è: il ritorno della bicicletta come mezzo ecologico di trasporto può creare risparmio energetico e occasione di lavoro. La crisi dell’arte condiziona anche le vendite in saldo.
      .