Orari unificati dei musei e interconnessione tecnologica, Torino si candida a Smart City europea

Di immediato c’è che Maurizio Braccialarghe, Assessore alla Cultura, Turismo e Promozione della città di Torino sta lavorando “per unificare gli orari dei musei: tutti uguali, aperti dalle 9 alle 19, e anche per far ruotare il giorno di riposo che non può essere sempre di lunedì”. E a seguire, ha aggiunto: “A dicembre lavoreremo […]

Maurizio Braccialarghe

Di immediato c’è che Maurizio Braccialarghe, Assessore alla Cultura, Turismo e Promozione della città di Torino sta lavorando “per unificare gli orari dei musei: tutti uguali, aperti dalle 9 alle 19, e anche per far ruotare il giorno di riposo che non può essere sempre di lunedì”. E a seguire, ha aggiunto: “A dicembre lavoreremo molto sul Natale offrendo pacchetti culturali imperdibili, mentre a primavera potremo puntare sulla cultura internazionale, invitando protagonisti da tutto il mondo”.
È ciò che è emerso ieri dal dibattito Torino Capitale delle idee per il domani, organizzato alle Ogr dalla Sisvel, realtà leader nel mondo dei brevetti. L’incontro, moderato da Luca Ponzi, giornalista RAI, a cui hanno partecipato anche Ida Vana – Assessore alle Attività Produttive della Provincia di Torino, Gianfranco Carbonato – Presidente dell’Unione Industriale di Torino, Francesco Profumo – Rettore del Politecnico di Torino e Roberto Dini – Fondatore di Sisvel, verteva soprattutto sulla ricerca e innovazione tecnologica, e accennava anche al progetto di candidare Torino a diventare una delle città elette Smart City dall’Unione Europea. Quelle città che vivono in modo sostenibile e, nel campo del turismo e della cultura, promuovono la propria immagine turistica con una presenza intelligente sul web.
A tal proposito Braccialarghe, da ex Direttore del Centro Produzione Tv RAI di Torino, ha sostenuto: “l’obiettivo è ora quello di riuscire a gestire il linguaggio delle nuove tecnologie perché ormai tutta la nostra vita è legata quotidianamente ai media. Bisognerà quindi puntare sull’interconnessione…”.

– Claudia Giraud

www.smart-cities.eu