HO FATTO TERNA!
video-diario Premio Terna 03 – un progetto di Alessandra Galletta

Episodio XIV
Mosca Connectivity.06

Sospesi tra alcool e preghiera
Il primo impatto di Ciriaca+Erre con Mosca è un uomo ubriaco che giace privo di sensi accanto al suo bagaglio rosso.
Nei giorni a Mosca l’artista elabora l’idea di una performance: alterarsi con la vodka locale e addormentarsi sul piazzale della stazione, con le nostre telecamere a documentare la scena.
Ma siccome l’arte nasce spesso da un inghippo, il divieto del gruppo a una performance così densa di rischi le ispira il meraviglioso, piccolo video di ‘una preghiera’.

[A.G.]

HO FATTO TERNA!

autore
Alessandra Galletta

produttore esecutivo
Desirée Sibiriu

riprese
Domenico Catano
Andrea Giannone
Davide Riva

montaggio
Emiliano Baglivi
Domenico Catano
Marco Giannella
Sabina Grasso

progetto grafico
Laura Tonicello

motion graphic
Domenico Catano

musiche
Viola
Perimental Megamix
Kresoff
Peri Mental

media partner
Artribune

creative
LaGalla23 Porductions

LEGGI ANCHE:

Sono in quindici e sono i vincitori della terza edizione del Premio Terna. Tutti in trasferta a Mosca, seguiti dalle telecamere di Alessandra Galletta. Un video-diario a puntate, ospitato da Artribune Television

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.
  • Ringrazio quanti hanno creduto e con il cuore mi sostenevano in questa nuova e difficile performance che voleva portare una riflessione sull’abuso di alcol che uccide più dell’AIDS, delle tubercolosi e delle guerre. Inoltre la campagna proibizionista fatta dal governo russo è in netto contrasto con l’aver dato il monopolio dell’alcol alla polizia che quindi ha interesse a non vedere e mantenere Mosca sedata dall’alcol.

  • Ciao Ciri,
    Stupendo, brava, eclettica, introspettiva…
    E così è come se la tua performce l’avessi realizzata, il messaggio è
    arrivato comunque perché se sei in grado di immaginare una cosa, sei in
    grado di crearla e quindi è come già fatta.
    A presto,
    Roberto