Protagonista di Little Stars è un gruppo irrequieto di artisti sloveni, invitati da Superfluo project, energico e giovane collettivo padovano.
Un progetto che nasce come un crossing geoculturale e creativo: Nord-Est Italia ed Est Europa, unite in un mix di energia adrenalinica. “Siamo qui per viziare i vostri bambini”: questo il sottotitolo programmatico della performance di sei ore, dislocata in più sedi e concepita come ideale trait d’union fra centro e periferia. L’obiettivo? Cercare un contatto forte e coinvolgente con il pubblico. I mezzi utilizzati? Tutti quelli che l’immaginazione era in grado a partorire, spingendo l’acceleratore: alcolici, fuochi d’artificio, violenza, caos, disordine e musica spaccatimpani.
Un sabato pomeriggio anomalo, quello del 16 aprile, per la tranquilla cittadina veneta: tra le 15 e le 18, dentro uno spazio sfitto di via Cesare Battisti, gli artisti hanno movimentato la solita routine fatta di passeggiate e shopping, con un concentrato di video, performance e bizzarre “lezioni d’artista”. Poi, il saturday night padovano ha preso vita dentro al parcheggio multipiano di via Annibale da Bassano. Un super happening luciferino, dissacrante e dirompente, la cui unica legge era: fare festa, out limits…

Helga Marsala

Little Stars
performance / installazioni / talking
16 aprile 2011
un prgetto di: Superfluo

Artisti: Jaša, Mark Požlep, Urša Vidic, Meta Grgurevič, Saša Šuštar, Janez Vidrih,
Luka Uršič, Aljaž Košir , Miha Peperko, Jure Cvitan

Video-report by Sperfluo

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.