Federico Patellani e l’Italia che non c’è più. Al Palazzo Madama di Torino

Palazzo Madama, Torino – fino al 13 settembre 2015. Novanta fotografie in bianco e nero del primo fotogiornalista italiano, per rappresentare l’Italia che rinasce dopo la guerra. Cinque sezioni tematiche ricostruiscono le tappe più importanti del Paese: il sud, il cinema, la poesia, ma soprattutto la bellezza di un racconto che ripercorre la nostra tradizione culturale.

Federico Patellani, Stromboli 1949, Ingrid Bergman
Federico Patellani, Stromboli 1949, Ingrid Bergman

Aggirandosi tra le fotografie di Federico Patellani (Monza, 1911 – Milano, 1977) c’è una parola che più di ogni altra ne descrive il tratto: onnipresente. Roma, Milano, Australia, Equatore, Totò, Ingrid Bergman, Luchino Visconti, Kirk Douglas, Ungaretti, Mann e Montale, giusto per citare alcuni nomi. Lui c’è stato e ha scattato, registrando il presente e consumando le suole, da vero giornalista. Allo scatto nudo e crudo del reportage, però, ha saputo mescolare sapientemente la lezione del cinema e una sensibilità artistica fuori dal comune. Per questo motivo i suoi ritratti non sono solo testimonianze di eventi, ma si trasformano in uno sguardo curioso e particolare sul mondo, raccontato attraverso una potente capacità evocativa, perfettamente rappresentata dalla donna sdraiata di spalle di fronte alla carcassa di un aeroplano in Acquapendente (Viterbo) 1945. Non è possibile vederne il viso, ma è sufficiente il contesto, la cura dei dettagli, la lieve tensione di una posizione quasi innaturale e al tempo stesso reale per poter affermare di trovarci di fronte a un disegno più grande, grazie al quale la mente è libera di immaginare.

Eugenio Giannetta

Torino // fino al 13 settembre 2015
Federico Patellani – Professione Fotoreporter
a cura di Giovanna Calvenzi e Kitti Bolognesi
Catalogo Silvana Editoriale
PALAZZO MADAMA
Piazza Castello
011 4433501
[email protected]
www.palazzomadamatorino.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/44075/federico-patellani-professione-fotoreporter/

CONDIVIDI
Eugenio Giannetta
Eugenio Giannetta vive a Torino. Giornalista e storyteller impegnato nella comunicazione per il Terzo Settore. Si è Laureato alla Facoltà di Lettere di Torino e ha frequentato la Scuola di Giornalismo e Relazioni Pubbliche Carlo Chiavazza. Dal 2010 è iscritto all’Ordine Nazionale dei Giornalisti Pubblicisti. Ha conseguito un Master in Comunicazione Sociale presso la Facoltà teologica di Torino. Ha partecipato a workshop di scrittura presso la Scuola Holden e con Davide Calì, aggiornandosi anche come addetto stampa presso il collettivo di giornalisti Lettera Ventitrè. Collabora con diverse testate giornalistiche per le quali si occupa di letteratura, attualità e sport.