Calcio d’inizio. Pierre Poggi e il mondo del pallone

Federico Bianchi Contemporary Art, Milano – fino al 15 settembre 2014. Durante la sua ultima personale, l’artista francese Pierre Poggi, d’adozione milanese, allestisce sei lavori. Interventi, installazioni e un video che rievocano la complessità sintetica del gioco del calcio.

Pierre Poggi - Ca’ V’avite Perso! - veduta della mostra presso la Federico Bianchi Contemporary Art, Milano 2014

La bianchissima galleria di Federico Bianchi, in via Imbonati, presenta sei lavori, composti dal 2010 al 2012, dell’artista francese, d’azione milanese, Pierre Poggi (Mont de Marsan, 1954; vive a Milano). Gli spazi, allestiti lasciando un notevole respiro tra intervento e intervento, danno vita a un percorso che, nonostante il titolo dalla matrice partenopea Ca’ V’avite Perso!, ironizza sull’iconologia calcistica con raffinatezza e regala alcuni  scorci sul mondo del pallone. Fra di essi spicca Cage (rete metallica, 2012): una gabbia, una struttura dai riverberanti effetti speciali, che si trasforma in una sorta di monumento claustrofobico, una formalissima trappola per topi da stadio che dileggia tutto il mondo della violenza, in chiave della sua futilità e della tormentata compagine sociale retrostante ogni fischio d’inizio.

 Ginevra Bria

Milano // fino al 15 settembre 2014
Pierre Poggi – Ca’ V’avite Perso!
FEDERICO BIANCHI
Via Imbonati 12
02 39549725
[email protected]
www.federicobianchigallery.com

 

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.