L’avatar di Beatrice Marchi

Gasconade, Milano – fino al 15 febbraio 2014. Un avatar dalle personalità multiple. Alla scoperta della Katie Fox di Beatrice Marchi. Fra un cane seduto in automobile e una ragazzina col vizio del bullismo.

Beatrice Marchi, B.B. Blue, Mandy & Sandy at the Beach #1, 2014

Per la sua prima personale negli spazi di Gasconade, Beatrice Marchi (Gallarate, 1986; vive a Milano) si presenta al pubblico attraverso il suo avatar Katie Fox. In un modo irrimediabilmente contemporaneo, Katie Fox ha personalità multiple: può essere un cane che guarda il mondo seduto sul sedile posteriore di un’auto, una ragazza malinconica travestita da sirena, un’adolescente bulla che si esprime con la violenza di quell’età. Critiche e sottolineature delle concrezioni che la società impone sulle singole identità, che sono rese ulteriormente evidenti dalla pluralità di mezzi attraverso i quali l’artista si esprime. Fotografia, installazione e produzione musicale creano uno spazio i cui layer sono sovrapposti, intersecati e portati all’eccesso, in perfetta consonanza con quell’attitudine camp di cui Katie Fox vuol essere icona.

Maria Marzia Minelli

Milano // fino al 15 febbraio 2014
Beatrice Marchi – Che cattiva Katie Fox!
GASCONADE
Piazzale Lavater 2
[email protected]
www.gasconade.it

CONDIVIDI
Maria Marzia Minelli
Maria Marzia Minelli (Bergamo, 1985). Dopo essersi laureata in Architettura presso il Politecnico di Milano con un progetto di trasformazione di una cava dismessa in una scultura territoriale, decide di seguire la sua passione per l'arte contemporanea iscrivendosi al Luiss Master of Art, del quale è attualmente studentessa. Con l'obiettivo di nutrire il suo forte interesse per le relazioni che si possono instaurare tra arte e architettura, collabora con lo studio di Attilio Stocchi in occasione di Lucegugliavoce (2007) e, durante il periodo universitario, con l'Osservatorio Public Art coordinato da Emilio Fantin. Dall'aprile 2013 cura per il magazine Hestetika la rubrica Arte in città, dedicata all'arte pubblica.