L’archivio degli enigmi. E la chiave ce l’ha Lamberto Teotino

L’immagine ritrovata è il punto di partenza dell’ultima fatica di Lamberto Teotino, “Sistema di riferimento monodimensionale”. Una mostra-a-chiave, allestita presso la milanese mc2 gallery, fino al 18 gennaio.

Lamberto Teotino - Sistema di riferimento monodimensionale #13 - courtesy mc2gallery, Milano

Appartengono al passato le immagini di Lamberto Teotino (Napoli, 1974), scatti in bianco e nero che celebrano piccole e grandi conquiste di uomini operosi, selezionati attraverso una minuziosa ricerca negli archivi web. L’artista infligge a queste testimonianze un taglio chirurgico, un prelievo monodimensionale di quella realtà impressa sulla lastra fotografica che, pur mantenendo l’equilibrio e il gusto vintage della composizione, ci pone di fronte a una nuova spiazzante immagine. L’interruzione di comunicazione visiva lungo la linea retta fa vacillare l’evidenza della realtà, generando un gap tra le certezze di quegli uomini in posa di fronte all’obiettivo e il disorientamento di chi osserva gli stessi eventi in differita. Scorrendo con lo sguardo le fotografie, scandite da un attento allestimento, continuiamo a visualizzare lo stesso enigma, un disturbo spazio-temporale che vale la pena osservare dal vivo.

Manu Buttiglione

Milano // fino al 18 gennaio 2013
Lamberto Teotino – Sistema di riferimento monodimensionale
a cura di Claudio Composti e Domenico De Chirico
MC2 GALLERY
Viale Col di Lana 8
02 87280910
[email protected]
www.mc2gallery.com

 

CONDIVIDI
Manu Buttiglione
Manu Buttiglione (Bari, 1983) è una storica dell’arte da sempre interessata alle diverse espressioni della creatività contemporanea, con un’attenzione particolare verso gli artisti della sua generazione. Dopo la laurea in Storia dell’arte contemporanea presso l’Università di Bologna ha intrapreso diverse collaborazioni con artisti, gallerie, spazi non profit e istituzioni tra l’Italia, il Regno Unito e la Lituania; al momento vive e lavora a Milano, con la valigia sempre pronta per nuove avventure.
  • alessio

    Mostra incredibilmente bella, un allestimento impeccabile, con impatto museale.
    Le opere dal vivo sono di una resa qualitativa alta e non fini a se stesse, una mostra minimale, solida e concreta. Bravo Lamberto Teotino, complimenti!