Debora Hirsch e le sue storie. In attesa della musica

Per la prima volta in Italia, dopo essere stati alla School Gallery di Parigi nel 2010, i volti di Debora Hirsch sono in mostra – fino al 30 aprile – alla Effearte di Milano. Che con “Stories” riapre al pubblico nella nuova sede di via Ausonio.

Debora Hirsch - Stories (Sarkozy) - 2011

Con il suo formato (due tele da 40×32) e la scelta di carattere e colore, Stories rimanda con forza a una delle più influenti riviste di musica e cultura di massa degli Anni Settanta, il cui compito fu creare il gusto e le mode, anziché seguirle. Nella serie di ritratti a olio su tela e stampa digitale di Debora Hirsch (San Paolo, 1967; vive a San Paolo e Milano), infatti, i primissimi piani di uomini politici e personaggi a essi legati vengono osservati da un obiettivo spesso offuscato, che ne fa intravedere – fra cronaca e riferimenti letterari – l’intimità, resa verosimile da un testo e che potrebbe benissimo essere messo in musica da rapper  contemporanei. A completare il percorso, un fotogramma in 3D di Something’s Got to Give, in cui il volto di Marilyn, nel suo girarsi e rigirarsi all’infinito, si eternizza nel sorriso dello sguardo.

Dia Pellegrino

Milano // fino al 30 aprile 2012
Debora Hirsch – Stories
EFFEARTE
Via Ausonio 1a
02 89096534
[email protected]
www.effeartgallery.com

Debora Hirsch - Stories (Carla Bruni) - 2011
  • cassiusclay

    vabbè, ma è valida o no la mostra? ci devo andare? ce la consigli? su un pò di coraggio…

  • dia

    ..si scrive un po’ (con l’apostrofo elidi ‘co’ e non accenti. idem per vabbe’, which is ‘va bene’, actually! ). non è necessario esprimere o avere opinioni su tutto. una news come tale va trattata! ti basti sapere che c’è. se sei un po’ curioso hai due strade: alzare i tacchi e andare (coraggio!) o collegarti ad internet for a ‘virtual tour’ .. http://www.effeartegallery.com/stories-debora-hirsch/ .. that’s all folks!