Arte impressionista e Moderna in asta a New York. Il Nu couché di Modigliani battuto a 157 milioni

Archiviati Frieze e TEFAF New York Spring e gli entusiasmi per la vendita record della Rockefeller Collection da Christie’s ($ 832 milioni), l’attenzione resta puntata su New York e nelle sale room è tempo di arte moderna e impressionista. Un report dalle aste primaverili

Amedeo Modigliani, Nu couché (sur le côté gauche). Signed Modigliani (lower left). Oil on canvas 35 1/4 by 57 3/4 in.; 89.5 by 146.7 cm. Painted in 1917. Sold for $157,159,000
Amedeo Modigliani, Nu couché (sur le côté gauche). Signed Modigliani (lower left). Oil on canvas 35 1/4 by 57 3/4 in.; 89.5 by 146.7 cm. Painted in 1917. Sold for $157,159,000

Il primo appuntamento si è svolto il 14 maggio 2018. A presentare l’asta Impressionist & Modern Art Evening Sale è Sotheby’s che ha offerto 45 lotti in catalogo, per un sale total di $ 318.3 milioni (la stima pre-vendita era $ 307-378 milioni) e una percentuale di venduto per lotti del 71% (32 sui 45 offerti): una performance più corposa rispetto ai $ 173 milioni della vendita equivalente della scorsa primavera (penalizzata, allora, dal ritiro della Danae di Egon Schiele, stimata tra $ 30 e 40 milioni).

MODIGLIANI SUPER STAR

Top lot della serata è il Nu couché (sur le côté gauche) di Amedeo Modigliani, aggiudicato a $. 157 milioni, che contribuisce da solo per circa la metà del valore totale dell’asta. Grande fibrillazione e aspettative da record si son raccolte sin da subito intorno a questo nudo del 1917, mentre si faceva strada l’ipotesi che riuscisse a superare il record del 2015, quando un altro Nu couché di Modigliani, dalla collezione di Gianni Mattioli, aveva raggiunto i 170.4 milioni da Christie’s New York, acquisito per il Long Museum di Shangai dal miliardario cinese Liu Yiqian. (E non è per caso che la prima sede espositiva scelta da Sotheby’s per quest’opera è stata Hong Kong).

Impressionist & Modern Art Evening Sale Sotheby's
Impressionist & Modern Art Evening Sale Sotheby’s

PIÙ IN ALTO DI LEONARDO

Il dipinto è arrivato in asta con una stima stellare di $ 150 milioni – il che potrebbe non aver aiutato la competizione tra gli offerenti – , la più alta mai segnalata per un singolo lotto (anche più del Salvator Mundi di Leonardo da record), e garantita da un’offerta irrevocabile. Nu couché (sur le côté gauche) è il più grande per dimensioni di una serie di nudi femminili realizzata da Modigliani tra il 1916 e il 1919 per il mercante e collezionista Zborowski, che generarono grande scandalo alla mostra alla Galerie Berthe Weill di Parigi circa un secolo fa e di cui solo 5 sono mai passati in asta, mentre molti sono oggi in collezioni museali. Fino al 2 aprile scorso, l’opera appena offerta in asta era tra gli highlight della mostra dedicata a Modigliani dalla Tate Modern. L’aggiudicazione, pur senza l’exploit atteso e senza né eguagliare né superare il record del 2015, fa registrare un incremento di prezzo di circa 6 volte in 15 anni per l’opera, acquisita dall’attuale consignor – l’allevatore irlandese John Magnier – da Christie’s nel 2003 per $ 26.9 milioni. Il risultato costituisce inoltre un record per Sotheby’s come prezzo più alto mai raggiunto per un dipinto. E fa di Modigliani il primo artista ad aver superato per due volte la soglia dei $150 milioni in aggiudicazioni d’asta, conquistando la quarta posizione tra le opere più costose, dopo Leonardo, Picasso e il Nudo del Long Museum.

GLI ALTRI RISULTATI

Tra gli altri risultati: ad un collezionista asiatico – un quarto delle aggiudicazioni della serata appartiene al collezionismo privato asiatico – Pablo Picasso (Le Repos, $ 36.9 milioni). Con un buon margine di crescita, il dipinto – un ritratto di Marie-Thérèse Walter – tornava in asta dopo l’aggiudicazione nel 2000, sempre da Sotheby’s, per $ 7.9 milioni. Perfomance positive anche per Claude Monet (Matinée sur la Seine, $ 20.6 milioni), Georgia O’Keeffe (Lake George with White Birch, $ 11.3 milioni, da una stima massima di $ 6 milioni) e per Mary Cassatt: A Goodnight Hug, aggiudicato a $ 4.5 milioni, segna il nuovo record per un lavoro su carta dell’artista e chiude la top ten dei migliori risultati della serata dell’arte impressionista, che tanto deve proprio alla Cassatt per la ricezione e la costruzione di un solido mercato in America. Il 15 maggio è il turno invece dell’asta di Impressionist e Modern Art di Christie’s che totalizza $ 415,852,500, con una percentuale di venduto dell’89% per lotti (33 su 37) e del 99% per valore. Top lot e nuovi record mondiali per Kazmir Malevich, Suprematist Composition, $ 85.8 milioni, e Constantin Brancusi, La jeune fille sophistiquée (Portrait de Nancy Cunard), $ 71 milioni.

– Cristina Masturzo

CONDIVIDI