La didattica in un ciak!

Artribune ha incontrato Barbara Goretti, responsabile del Settore Attività Educative di Cinecittà a Roma, per farsi raccontare tutti i segreti del progetto “Cinecittà si mostra”. Un set unico, aperto a tutti, adulti e bambini.

Ti presento Federico - laboratorio didattico Fellini e il sogno

Come è nato il progetto Cinecittà si Mostra?
Cinecittà si Mostra è l’iniziativa espositiva che da aprile 2011 permette al pubblico di conoscere gli Studios di Cinecittà attraverso la visita dei set permanenti e della mostra. Quest’ultima si snoda attraverso tre percorsi: Come si realizza un film, Backstage e la sezione permanente Perché Cinecittà. Il progetto è stato ideato e concepito dall’Amministratore Delegato Giuseppe Basso che si è avvalso di diverse competenze per strutturare l’offerta culturale. In questo modo Cinecittà ha risposto a una forte richiesta del pubblico – nazionale e internazionale – che da tempo desiderava vivere un’esperienza a Cinecittà.

Cosa hai portato della tua esperienza museale al Macro e in cosa consiste la collezione di Cinecittà?
L’esperienza museale permette di concepire un progetto culturale in modo dinamico, come un organismo che si forma e si rinnova continuamente. Inoltre insegna a ragionare su un progetto a 360 gradi, dove non esistono compartimenti e le energie si fondono per strutturare al meglio la proposta. Cinecittà non è un museo, è soprattutto un luogo di lavoro ancora attivo per il cinema, eppure questo tipo di background è stato fondamentale per strutturare un progetto didattico a tutto tondo. La collezione permanente di Cinecittà è costituita dai suoi set, dai teatri e da importanti elementi di arredo – non tutti esposti – oltre che, naturalmente, da Cinecittà stessa, sia come simbolo e luogo culto del cinema, sia come bene culturale tutelato per la sua architettura razionalista.

Famiglie al museo - 13 ottobre 2013
Famiglie al museo – 13 ottobre 2013

Quali i pubblici a cui vi rivolgete?
Ci rivolgiamo agli adulti, con le visite che partono tutti i giorni a ogni ora, e ai bambini, con i laboratori del Cinebimbi. Abbiamo poi percorsi specifici per le famiglie che permettono l’interazione tra bambini e genitori e un programma per le scuole ad ampio raggio: dalla scuola dell’infanzia all’Università.

Didattica è anche allestimento. A Cinecittà siete stati coinvolti direttamente anche nell’ideazione e la realizzazione del percorso didattico. Come è andata?
Il programma delle attività educative è stato sviluppato assieme all’Associazione Culturale Senza titolo, che a Bologna realizza per il MAMbo le attività del Dipartimento Educativo. Abbiamo scelto un’impronta metodologica ben definita e fondata soprattutto sulla pratica laboratoriale. Tutto questo oltre che nelle attività quotidiane è confluito nel percorso Backstage, una mostra didattica dedicata ai retroscena del film dove il pubblico può interagire in diversi modi per conoscere alcuni aspetti del cinema. Il progetto è stato ideato da Cristina Francucci, Direttore del Dipartimento di Comunicazione e Didattica dell’arte all’Accademia di Belle Arti di Bologna, e curato da me con Anna Caratini, Serena Giulia Della Porta e Daniele Campagnoli per Senza titolo.
È un percorso per il cinema che nell’allestimento ha volutamente utilizzato la metafora, il simbolo e la partecipazione dello spettatore proprio come spesso accade nelle installazioni di arte contemporanea.

Cinebimbi - 20 ottobre 2013 - Costumisti per un giorno
Cinebimbi – 20 ottobre 2013 – Costumisti per un giorno

Com’è lavorare tutti i giorni all’interno di una Fabbrica dei sogni? Raccontaci un progetto di particolare suggestione…
In questo periodo siamo letteralmente la “fabbrica dei sogni” e nel laboratorio didattico abbiamo allestito un grande letto per far sognare i bambini in occasione di un percorso molto suggestivo, attraverso il quale scoprire Federico Fellini e realizzare uno scrigno pieno di sogni e “visioni” legate al mondo magico del maestro. Oltre a questo direi che il percorso sui set è l’esperienza più intensa, dove realmente si respira il cinema.

Prossime iniziative?
Stiamo aprendo la sezione permanente Perché Cinecittà, un percorso che racconta la fondazione e la storia degli Studi. La didattica proporrà percorsi storici e incontri per insegnanti con i protagonisti del cinema. Per i laboratori della domenica al Cinebimbi torneremo con moltissime novità tra cui un laboratorio speciale sulla tecnica dello stop motion.

Annalisa Trasatti

www.cinecittastudios.it/visite-e-mostre/scuole

CONDIVIDI
Annalisa Trasatti
Laureata in Beni culturali con indirizzo storico artistico nel 2002 presso l’Università di Macerata con una tesi sul Panorama della didattica museale marchigiana. Ho curato per dieci anno la rubrica Didattica per un famoso portale d’arte nazionale. Dopo numerose esperienze di tirocinio preso i principali dipartimenti educativi d’italia (Rivoli, Mambo, etc) sono diventata educatrice museale prima, coordinatrice poi presso il Museo Tattile Statale Omero di Ancona, specializzandomi in accessibilità al patrimonio culturale per disabili visivi . Sono anche guida turistica della Provincia di Ancona dal 2002, attività che mi permette di monitorare costantemente il territorio dove vivo. Pubblicazioni: Il Museo oggi, di Cataldo-Paraventi, hoepli 2006- “Alla ricerca di un circolo virtuoso per la didattica museale” negli Atti dei lavori del salone della didattica museale ALDO, MC, 2004- “La didattica museale nelle Marche”, Atti dei lavori di ALDO, salone della didattica museale Macerata 17-19 ottobre 2003 e annuali aggiornamenti dello studio per il portale www.cultura.marche.it