New York, tutti a Times Square per festeggiare San Valentino con un’opera da fotografare

Come ogni anno nel giorno di San Valentino ritorna il Times Square Valentine Heart Design, iniziativa nata per celebrare l’amore nella piazza più famosa del mondo. Quest’anno con una nota “social”

"Window to the heart" installazione a Times Square ©Ian Douglas for Times Square Arts

Una delle piazze più famose, fotografate e visitate al mondo? Naturalmente Times Square a New York, che può vantare più di 45milioni di visitatori annuali. Numerose sono le iniziative ed attività che quotidianamente vengono proposte nella piazza situata nel cuore di Manhattan, come Times Square Valentine Heart Design, progetto che ormai da anni per San Valentino è diventato un appuntamento fisso, amato, fotografato e poi condiviso da migliaia di utenti. Di cosa si tratta? Di un grande concorso di arte pubblica che viene proposto da Times Square Arts ormai da dieci anni. In occasione dell’evento, studi di architettura e design vengono invitati a presentare un’installazione per celebrare l’amore. Quindi spazio a cuori, cupidi, archi e frecce.

L’OPERA DELL’EDIZIONE 2018

A riempire d’amore la piazza newyorchese quest’anno sarà l’installazione intitolata Window to the Heart, una grande lente dall’estensione di quasi quattro metri con al centro un “foro” a forma di cuore pensato proprio per tutti gli innamorati – e non solo – che desiderano scattarsi una foto con la piazza come sfondo. E naturalmente non poteva mancare l’invito a condividere le proprie foto sui social corredate da #WindowHeartTSq. L’installazione Window to the Heart è stata progettata dallo studio di design Aranda\Lasch e l’architetto Marcelo Coelho, che hanno realizzato l’opera in collaborazione con Formlabs. L’idea dell’installazione, come racconta Benjamin Aranda, è nata “quando siamo venuti a Times Square per iniziare a pensare a questo progetto, e abbiamo notato che tutti scattavano foto. Nello spirito di Times Square, abbiamo pensato: facciamo l’obiettivo più grande di sempre!”. L’inaugurazione dell’iniziativa è avvenuta qualche giorno fa, il primo febbraio, tra la 46esima e la 47esima strada presso Father Duffy Square, con la partecipazione di tantissimi curiosi, turisti e fedeli all’evento.

LE ALTRE ATTIVITÀ ORGANIZZATE DA TIMES SQUARE ARTS

Oltre a Times Square Valentine Heart Design, Times Square Arts organizza annualmente un programma di eventi tutti all’insegna dell’arte. Midnight Moment è definita come la mostra digitale più grande e famosa del mondo. Ogni sera dalle 23:57 fino alle 00:00 gli schermi elettronici di Times Square danno vita a videoinstallazioni realizzate da artisti che a cadenza mensile vengono invitati a partecipare all’iniziativa. In questo momento, per celebrare il “compleanno” di Washington e Lincoln, vengono proiettati i busti dei 43 presidenti americani, un lavoro realizzato da Tali Keren e Alex Strada. Jungle-Ized è un invito a immergersi nelle atmosfere più “amazzoniche” di New York. Scaricando la app gratuita JUNGLE-IZED LITE su iTunes o Google Play e prendendo in prestito gratuitamente le cuffie Audio-Technica presso il chiosco NYC&Co, si viene catapultati in un altro mondo, lontano dalla frenesia della città. Si passeggia accompagnati da melodie della natura con lo scopo di incoraggiare una riflessione sull’impatto ambientale dei cambiamenti climatici. E quale città migliore per iniziare questa riflessione se non New York?

LO STUDIO DI DESIGN ARANDA\LASCH

Aranda\Lasch è uno studio di design fondato nel 2003 da Benjamin Aranda e Chris Lasch che ha sede a New York e Tucson e progetta principalmente edifici, installazioni e mobili. Interessante è stata la partecipazione dello studio alla Biennale Architettura del 2010, occasione in cui hanno presentato Primitives, strutture che ricordano la forma dei frattali. Posizionate all’entrata del Padiglione centrale dei Giardini della Biennale, le opere venivano impiegate come sedute durante conferenze o incontri. Inoltre lo studio è stato anche invitato a presentare un’installazione, Rules of Six, in occasione della mostra Design and Elastic Mind al Museum of Modern Art di New York nel 2007 a cura di Paola Antonelli. In collaborazione con l’artista Matthew Ritchie (Londra, 1964), i designer hanno poi realizzato The Morning Line, un padiglione sonoro che misura 20 metri di lunghezza per 10 di altezza, contenente 46 altoparlanti e 12 subwoofer voluto dalla Fondazione TBA21 di Vienna e donato allo ZKM di Karlsruhe in Germania nel 2013.

– Valentina Poli

CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.