Paola Di Giammaria

Paola Di Giammaria

Profile: Paola Di Giammaria, storica dell’arte romana, dopo la maturità linguistica ha conseguito la laurea in Lettere con indirizzo storico-artistico presso l’Università “La Sapienza” di Roma dove ha proseguito gli studi in storia dell’arte conseguendo il diploma della Specializzazione in Storia dell’Arte Medievale e Moderna e il Dottorato di Ricerca in “Strumenti e Metodi per la Storia dell’Arte” con una tesi sui due scultori lombardi Valsoldo e Valsoldino, attivi a Roma tra la fine del Cinquecento e la prima metà del Seicento. Dal 2005 insegna a contratto nel trimestre autunnale presso la John Carroll University (Ohio, USA), sede di Roma, materia “Sixteenth Century Art in Rome” (Arte del Cinquecento a Roma). E’ cultore della materia presso la cattedra di “Storia dell’Arte Moderna” della prof.ssa Silvia Danesi Squarzina, Università “La Sapienza”, Facoltà di Lettere e Filosofia. Ha alle spalle diverse pubblicazioni che riflettono i suoi interessi orientati sull’arte a Roma nella seconda metà del Cinquecento, nella delicata fase di passaggio dal Manierismo alla Controriforma e poi al Barocco, quando l’influsso della cultura settentrionale esercita un notevole influsso. E’ appena uscito un suo contributo sull’attività romana dello scultore Valsoldo nel volume Scultura a Roma nella seconda metà del Cinquecento: protagonisti e problemi. Frequenti sono le incursioni nell’arte contemporanea, altra sua area di interesse. Ha curato mostre di artisti contemporanei, collaborando con gallerie d’arte romane e con la Fondazione Franz Ludwig Catel che supporta i giovani artisti. Recentemente ha curato il volume di Antonio Paolucci “Pensieri d’arte. Dentro e fuori i Musei Vaticani” (edito dalla LEV) che raccoglie tutti gli articoli scritti dal Direttore dei Musei Vaticani su “L’Osservatore Romano” dal 2008 al 2011. Lavora ai Musei Vaticani dall’aprile 2009: da giugno 2010 le è stata affidata la responsabilità della Fototeca dei Musei Vaticani.

Tutti gli articoli di Paola Di Giammaria

Maurizio Cattelan, Il Bel Paese, 1994

Esiste un’arte italiana?

Mai come in questo particolare momento storico sarebbe utile e quindi auspicabile riprendere il dibattito sul sistema dell’arte in Italia (anche se, a dirla tutta,…

Commenta