Dalla Wunderkammer a Instagram. Pietro Privitera a Torino

Photo & Contemporary, Torino – fino al 16 settembre 2017. Pietro Privitera presenta “WunderGram”. Un progetto fotografico lungo tre anni, formato da oltre 900 scatti, alcuni dei quali postati con una foto al giorno su Instagram, e un pamphlet dal titolo “Polagram o Instaroid. Evoluzione dell’homo photographicus”.

Negli scatti di Pietro Privitera (Milano, 1953) le immagini quotidiane, quelle architettoniche, le visioni d’insieme e i dettagli inaspettati raccontano storie reali e fantastiche. Queste e molte altre ancora sono solo una minima parte del lavoro fotografico dell’artista che scopriamo nella sua personalissima WunderGram, formata da una selezione ragionata di novanta fotografie. Gli scatti eseguiti da Privitera e realizzati con uno smartphone Nokia (fotocamera da 41 milioni di pixel), sono stati modificati attraverso l’uso di cinquanta tipologie di livelli di filtri, sperimentazioni varie e infine stampate in formato 21×21 cm (su carta Hahnemühle Photo Rag). In questa esposizione Privitera mette in scena una vera e propria camera delle meraviglie concepita come una gallery di Instagram, nella quale il valore digitale dell’immagine fotografica muta e assume la forza e le sembianze della narrazione pittorica, che affascina per quella riflessione poetica, cromatica e formale cara, nella maggior parte dei casi, all’estetica del Futurismo, della Metafisica e dell’astrazione.

Giuseppe Amedeo Arnesano

Evento correlato
Nome eventoPietro Privitera - WunderGram
Vernissage20/06/2017 ore 18
Duratadal 20/06/2017 al 16/09/2017
AutorePietro Privitera
CuratoreNicola Davide Angerame
Generifotografia, personale
Spazio espositivoPHOTO & CONTEMPORARY
IndirizzoVia Dei Mille 36 - Torino - Piemonte
CONDIVIDI
Giuseppe Arnesano
Storico dell'arte e curatore indipendente. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali all'Università del Salento e in Storia dell'Arte Moderna presso l'Università La Sapienza di Roma. Ha conseguito un master universitario di I livello alla LUISS Master of Art di Roma. Giornalista pubblicista, iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti dal 2011, collabora come critico d’arte con Artribune dal 2011. Nel settore della comunicazione culturale, dal 2013 a oggi, ha lavorato con la Soprintendenza Speciale del Polo Museale Romano, con la Fondazione Torino Musei e la Fondazione Carriero a Milano. Tra le mostre recenti è co-curatore del progetto “Studio e Bottega - Tradizione e Creatività nel segno dell’Arte”, ideato da Ilaria Gianni e realizzato negli spazi della Fondazione Pastificio Cerere di Roma.