SponzArt, ecco l’arte contemporanea del festival diretto da Vinicio Capossela in Alta Irpinia

Fino al 27 agosto in Alta Irpinia si svolgerà SponzArt, la sezione dedicata all’arte contemporanea dello Sponz Fest, il festival diretto da Vinicio Capossela giunto alla sua quinta edizione e quest’anno dedicato al tema della rivoluzione. Tra performance, installazioni e interventi di street art, ecco il programma della manifestazione

Vinicio Capossela Photo Credit Paolo Pisanelli
Vinicio Capossela Photo Credit Paolo Pisanelli

Non si arresta la programmazione estiva di festival lontani da contesti urbani e immersi in suggestivi paesaggi tutti da scoprire anche attraverso l’energia di eventi artistici e musicali. Fino al 27 agosto, ad animare queste notti di fine estate nel piccolo centro di Calitri (AV) e dell’Alta Irpinia sarà lo Sponz Fest, il festival diretto da Vinicio Capossela giunto alla sua quinta edizione e quest’anno dedicato al centenario della Rivoluzione Russa: da qui il titolo All’Incontre’ Я – Rivoluzioni e mondi al Яovescio. Un festival poliedrico, che mira a essere un’esperienza artistica ma soprattutto sociale completa, intesa come una pratica condivisa. “Lo Sponz Fest è nato in un piccolo paese dell’Alta Irpinia per darsi un’occasione di pratica di comunità”, spiega Capossela. “Lo ‘sponzamento’ è la perdita della rigidità, l’ammorbidirsi nel bagno di sudore liberatorio della festa, del ricreo, del sacro tempo dell’inutile. Le società arcaiche e il mondo contadino conservavano ancora nei geni il bagliore dei grandi riti dissipatori dell’antichità, che rinnovavano la terra scuotendola. Questa ri-creazione non è solo fisica, ma anche ideale”.

Collettivo FX Sciopero alla Rovescia
Collettivo FX Sciopero alla Rovescia

SPONZART, LA SEZIONE DEL FESTIVAL DEDICATA ALL’ARTE CONTEMPORANEA

Spazio quindi a un densissimo programma di musica, teatro, danza, performance, reading, incontri, proiezioni, escursioni di trekking, happening e laboratori per bambini che si terranno per tutta la durata del Festival. In particolare, anche quest’anno è previsto uno spazio ad hoc per l’arte contemporanea, lo SponzArt, la sezione ideata da Mariangela Capossela che ne ha curato le precedenti edizioni. Lo SponzArt 2017, invece, la curatela è affidata a Tommaso Evangelista e, nel pieno spirito rivoluzionario del programma, il titolo sarà Azioni per moto contrario, a indicare la dimensione performativa e relazionale degli interventi artistici. Per questa edizione del Festival, gli artisti che si confronteranno con lo “sponzamento” sono il Collettivo FX, Andrea d’Amore, Michele Giangrande, Silvio Giordano, Michele Mariano e Virginia Zanetti.

Virginia Zanetti, I Pilastri della Terra, performance collettiva, 2017
Virginia Zanetti, I Pilastri della Terra, performance collettiva, 2017

GLI ARTISTI IN MOSTRA, LE INSTALLAZIONI E LE PERFORMANCE

Degli Alberi Uomo e Degli Uomini è l’installazione realizzata da Michele Mariano, un campo di calcio fatto con lampadine a led in un bosco, senza danneggiarne la flora; Michele Giangrande invece dal 22 agosto realizzerà, con l’aiuto di bambini, l’installazione Gears, un lavoro realizzato con cartoni da imballaggio dando vita a enormi ingranaggi che richiamano da un lato l’estetica sovietica della macchina e dall’altro l’inutilità dell’oggetto dada; il 24 agosto sarà la volta di  ЯICAVATO, la performance di Andrea D’Amore che ruota attorno all’installazione che realizzerà nelle grotte di San Zaccaria, un invito rivolto al pubblico a riflettere sulla sacralità del cibo; il Collettivo FX realizzerà un murales dal titolo Sciopero alla rovescia, una riflessione sugli scioperi di operai e contadini avvenuti nel corso della storia per affermare i propri diritti, e infine Virginia Zanetti, che con la sua installazione I pilastri della terra ribalterà il punto di vista abituale e posizionerà l’essere umano a sorreggere il mondo. Spazio anche alle proiezioni, con The Prince of Venusia, cortometraggio di Silvio Giordano su Gesualdo da Venosa, e La Sposa di Joël Curtz, un omaggio all’artista Pippa Bacca a cui seguirà un incontro con Mariangela Capossela, Tommaso Evangelista e Bahar Adan della galleria G-art di Istanbul.

– Desirée Maida

SponzArt – Sponz Fest V edizione
Fino al 27 agosto
Calitri (AV)
www.sponzfest.it

CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Vive a Palermo, dove collabora con gallerie d’arte, scrive per testate d’arte contemporanea e lavora come storico dell’arte e curatore.