Mezzaterra11. Una vetrina d’arte a Belluno

È una flat gallery e l’hanno ideata Alessandro Dal Pont e MinJi Kim. È la vetrina di un negozio sfitto del centro di Belluno, ma anche un blog. Un focolaio del contemporaneo in una città ai margini del sistema. Vi raccontiamo Mezzaterra11.

Mezzaterra11, Belluno - Christof Zwiener
Mezzaterra11, Belluno - Christof Zwiener

Chi siete e cosa fate con Mezzaterra11?
Il project space è gestito da due artisti, MinJi Kim e Alessandro Dal Pont. L’idea di questo progetto è nata per due ragioni: la volontà di dare un contributo al processo di riqualificazione del centro storico di Belluno e in particolare del suo kardo maximus, che attraversa un periodo di decadenza urbana. In secondo luogo la possibilità di creare uno spazio concettuale giocando con il mondo di oggi, caratterizzato dall’ubiquità digitale, e i valori classici, con la loro resistenza.

Com’è strutturata l’attività della galleria?
Mezzaterra11 è fisicamente ubicata in via Mezzaterra 11 ma non ha un aspetto convenzionale: lo spazio e le opere sono presentati in modalità piatta, come se fossero già tradotti per una piattaforma digitale, passando così dal white cube al white square. Le mostre funzionano in due spazi: online e offline. Lo spazio offline è un file stampato su carta, che è il format della mostra; lo spazio online, un blog, mantiene una permanente piattezza digitale. La flat gallery mescola alcuni aspetti e li estremizza portandoli al paradosso: ad esempio, un foglio di carta diventa una galleria; immagini di documentazione si sostituiscono alle opere; un layout diventa un’installazione.

Mezzaterra11, Belluno - MinJi Kim
Mezzaterra11, Belluno – MinJi Kim

Che pubblico – anzi: che pubblici – avete?
L’ubiquità, la personalizzazione e la mobilità di Internet hanno allargato il pubblico al di là dei limiti geografici in tutti i campi. Si può paragonare la bontà della Rete a un albero: più cresce e si fa grande, più ampia diventa la sua ombra. Nel nostro project space abbiamo scambiato alcune parti di albero e di ombra. Così facendo si crea un po’ di confusione, ma anche esperienze interessanti per artisti e spettatori. Lo spazio offline è a livello della strada, senza vetro o altro tipo di protezione. Non solo noi ma anche la comunità locale è piacevolmente sorpresa di come una superficie così vulnerabile sia stata, almeno per ora, rispettata senza subire vandalismi. Lo spazio online segue la durata delle mostre e pertanto al nostro pubblico digitale è richiesta la stessa dose di pazienza che è richiesta al nostro pubblico locale.

Cosa ci riserverà Mezzaterra11 nei prossimi mesi?
Ancora per qualche giorno ci sarà Christof Zwiener, artista tedesco, il cui lavoro è coinvolto in temi sociali e politici legati alla storia tedesca.

Veronica Mazzucco

MEZZATERRA11
Via Mezzaterra 11 – Belluno
[email protected]
http://mezzaterra11.blogspot.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/luogo/15726/mezzaterra11-flat-gallery/

CONDIVIDI
Veronica Mazzucco
Nata nel 1987 a Feltre. Di formazione classica, presto scopre una passione per le arti visive. Dopo la laurea in Conservazione dei beni culturali a Udine, decide di trasferirsi a Venezia per specializzarsi in Economia e gestione delle arti e avvicinarsi ad un ambiente artistico più fervente e legato al contemporaneo. Parallelamente al percorso universitario ha avuto la possibilità di collaborare con organizzazioni quali la Peggy Guggenheim Collection e la Biennale di Venezia. Attualmente, oltre che di arte contemporanea, si interessa di industrie culturali e creative.