Passione vintage. L’asta di dicembre di Kerry Taylor promette meraviglie. Un tuffo dal Barocco al Novecento, collezionando Schiaparelli, Fortuny, Valentino, Hermés

Print pagePDF pageEmail page

A Pierre Balmain couture embroidered cocktail dress, 1955 - detail

A Pierre Balmain couture embroidered cocktail dress, 1955 – detail

NATALE VINTAGE, CON L’AGRIFOGLIO D’EPOCA
Regalare (o regalarsi) per Natale un abito a forma di albero o cespuglio.  Stramberia? No, classe. Se l’abito in questione è un pezzo di Pierre Balmain, datato 1955. Una delizia bon ton in velluto nero, con un tappeto di agrifogli ricamato sul boustier e la gonna a ruota: fogliame verde bosco, bacche scarlatte come perline e delle micro paillette luminose, a mo’ di cristalli di rugiada.
Per averlo – partendo da una stima base di £1500 – £2500 – basta partecipare alla prossima asta della londinese Kerry Taylor Auctions, leader a livello mondiale nel campo della moda vintage, dei costumi e dei tessuti antichi.
A fondarla, nel 2003, è Kerry Taylor, una lunga carriera con Sotheby’s, che la arruolò giovanissima nel 1979, e un fiuto speciale per gli affari e la bellezza: nei molti anni trascorsi da battitrice libera, con una sua attività indipendente nel campo del tessile e del fashion, si è accaparrata pezzi pazzeschi, inclusi capi d’abbigliamento della principessa Diana, di Audrey Hepburn, Elizabeth Taylor, Daphne Guinness e della Duchessa di Windsor. Fino ad essere eletta dal Guardian, nel 2007, una delle “donne dell’anno”, citata più volte da testate come Vogue e New York Times.

A rare and important Elsa Schiaparelli 'Hall of Mirrors' jacket, 'Zodiac' collection, Autumn-Winter, 1938-39

A rare and important Elsa Schiaparelli ‘Hall of Mirrors’ jacket, ‘Zodiac’ collection, Autumn-Winter, 1938-39

MARIANO FORTUNY, VERSACE, CHANEL,  RE CARLO I. L’ASTA DELLE MERAVIGLIE
L’asta di dicembre, quest’anno, promette piccole grandi meraviglie. Consigli per gli acquisti rivolti a intenditori danarosi, in cerca di cadeau speciali. Qualche chicca? Dalle scarpette reali in velluto blu ricamato, risalenti al 1650 e appartenute a Maria Radcliffe, la figlia di Sir John Racliffe di Ordsall Hall, a un colletto di pizzo del ‘700, che fu di Re Carlo I: pare lo indossasse quando morì sul patibolo; ancora velluto, con organza, perline dorate e applicazioni in raso, per l’abito nei toni ecru e arancio disegnato nel 1854 dal padre della haute couture, Charles Frederick Worth: capolavoro di ingegno sartoriale e stile.
Saltando fino al ‘900, della collezione Zodiaco di Elsa Schiaparelli c’è la splendida giacca ‘Sala degli Specchi’, collezione F-W 1939: pezzo strepitoso, con volute in oro e tesserine in specchio, ispirato all’astrologia e alla sontuosità barocca della Reggia di Versailles. E ancora ricercati abiti femminili e giacche maschili di Mariano Fortuny, classiche handbag d’epoca di Chanel, Cartier ed Hermès, un tubino Versace del 1989, corto ed attillato, con due grandi conchiglie in corrispondenza dei seni, fino a un raffinatissimo cocktail dress bianco di Valentino (2008), in stile 30’s.
E sono solo alcuni accenni, da una carrellata di oggetti del desiderio. Il catalogo è online e l’asta è fissata per il prossimo 8 dicembre alle 14, al 249-253 di Long Lane. Preview disponibili a partire da mezzogiorno di domenica 6.

– Helga Marsala

www.kerrytaylorauctions.com

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community