La ricerca di uno sguardo. Piero Almeoni e gli Anni Novanta

Palazzo Barbò, Torre Pallavicina – fino al 31 agosto 2015. A distanza di vent’anni dalla loro realizzazione, Piero Almeoni ripresenta i suoi lavori. Guardandoli con occhi nuovi, in una meditata personale a cura di Angela Madesani.

Print pagePDF pageEmail page

Piero Almeoni, Correre storto, 1999

Piero Almeoni, Correre storto, 1999

Il rischio di ripensare alle vicende di un percorso, nella vita e nell’arte, è quello di cadere in inopportune celebrazioni, in storicizzazioni fuori luogo. Non è questo il caso di Piero Almeoni (Orzinuovi, 1953), che propone nuovamente opere realizzate negli Anni Novanta nel cinquecentesco Palazzo Barbò. I lavori esposti si caratterizzano per l’eterogeneità, sia dal punto di vista tecnico che tematico, e per la mancanza e il non-finito, segni distintivi che permettono a una realtà di non cristallizzarsi in una banale completezza. Chiara è la rilevanza della riflessione, del confronto e della condivisione in Almeoni, che sceglie di affrontare le tematiche contemporanee con responsabilità, inserendo l’arte nella dimensione della vita. Lo sguardo dell’artista oltrepassa il limite di chi considera il raggiungimento di un risultato semplicemente come un traguardo a cui fermarsi.

Linda Taietti

Torre Pallavicina // fino al 31 agosto 2015
Piero Almeoni – Volgendo lo sguardo. Opere degli anni ’90
a cura di Angela Madesani
PALAZZO BARBÒ
Via Torre 18
339 5629715

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/46103/piero-almeoni-volgere-lo-sguardo/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community