Torino Updates: non solo arte moderna per FlashBack. Tutti i progetti contemporanei in fiera, dalla piattaforma video itinerante all’Opera Viva di Bulgini

L’artista sarà inoltre protagonista di una installazione all’Housing Giulia, spazio di coabitazione che mette a disposizione in un ambiente pervaso dalla cultura 48 unità abitative a studenti, lavoratori, pendolari, persone in difficoltà

L’arte è tutta contemporanea, è il claim della fiera FlashBack, che cerca di tenere fede affiancando alla proposta degli stand di arte moderna iniziative collaterali più recenti. Tra queste, l’interessante camioncino che accoglie gli spettatori all’ingresso, una piattaforma di video sperimentale curata da fannidada, coppia artistica torinese. BT915LB è il nome della targa del van che parte dal motto di Gilbert & George the world is an art gallery e gira per le piazze e le città mettendo la video arte a disposizione del pubblico. Il collage presentato per FlashBack che ha come tema principale quello dell’acqua, presenta ai visitatori del Pala Isozaki video di Maya Deren, John Whitney, Andrea Ceretto & Raffaella Spagna, Silvio Valpreda, Germaine Dulac, passando dal 1929 al 2010 in una installazione viaggiante. Che dall’acqua prende anche l’energia. Gli impulsi luminosi che animano il tutto prendono vita da un sistema di vasi comunicanti e dal fluido stesso, in una interessante installazione a latere del camioncino.

I PROGETTI DELL’HOUSING GIULIA
Tra i video della selezione anche un’opera di Alessandro Bulgini, La nave dei folli. L’artista è in questi giorni protagonista non solo del progetto Opera Viva Barriera di Milano, che a FlashBack presenta il riassunto dei sei manifesti realizzati da Andrea Mastrovito, Gian Maria Tosatti, Saul Melman, Zanbagh Lofti, Aryan Ozmaei e lo stesso Bulgini, ideatore del percorso curato da Christian Caliandro  nel quartiere di Barriera, ma anche di un altro lavoro. Sempre sotto il messaggio dell’Opera Viva, che ha tra gli obiettivi la contaminazione di spazi non usuali all’arte con la pratica contemporanea, Bulgini porta nell’Housing Giulia, il recente complesso di abitare collettivo che ha rinnovato lo storico Distretto Sociale fondato a Torino da Giulia di Barolo nel 1823, una sua installazione intitolata Parabordi in Housing Giulia. Housing Giulia è un progetto di coabitazione che mette a disposizione di lavoratori, studenti, pendolari, persone con disagio abitativo, 48 unità abitative completamente arredate creando inoltre spazi di condivisione sociale, culturale, luoghi di incontro e di vita insieme. Con questa logica nasce anche il progetto di Bulgini che si apre sabato 5 novembre alle 9,30, mentre la narrazione è affidata ad un talk in fiera alle ore 15, che invita tra gli altri relatori il direttore dell’Housing Giulia Andrea Biondello e Catterina Seia, Vicepresidente di Fitzcarraldo, a riflettere sul rapporto tra arte e contesti di fragilità.

http://www.flashback.to.it/it/home/

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.