Tutti i video delle performance in Quadriennale. Da Marcello Maloberti con Ninetto Davoli a Marinella Senatore

L’acme finale con la spettacolare “Protest Forms, Memory and Celebration” di Marinella Senatore, con musica e danzatori live al centro della rotonda. Nei video anche Valentina Vetturi e Italo Zuffi

Ninetto Davoli in performance per Marcello Maloberti alla Quadriennale di Roma
Ninetto Davoli in performance per Marcello Maloberti alla Quadriennale di Roma

I mattatori della giornata – è inutile negarlo – sono stati loro. Ninetto Davoli, l’attore simbolo del cinema di Pier Paolo Pasolini, invitato da Marcello Maloberti (Codogno, 1966) a salire, fin dalla mattina di ieri, alla preview stampa, vestito con un elegantissimo smoking nero su un piccolo palco collocato al centro della stanza circolare d’ingresso del Palazzo delle Esposizioni per la performance Bacia mano. Ma sono state molte le azioni performative che hanno punteggiato la vernice della Quadriennale di Roma a Palazzo delle Esposizioni, ripetute a cadenze prestabilite, come questa di cui parlavamo sopra, o itineranti, come A Better Chance to Gain Enough Entropy, di Valentina Vetturi, con “incursioni fisiche e sonore di un coro e una serie di frasi manoscritte su stringhe luminose, light boxes, installate nello spazio espositivo”. Nel mezzo altre performance stanziali, come Vir Temporis Acti, ancora di Maloberti, o Percezione del modesto, di Italo Zuffi. Fino all’acme finale – erano le 20,30 – della spettacolare Protest Forms, Memory and Celebration di Marinella Senatore, con musica e danzatori live al centro della rotonda. Le vedete – nell’ordine di citazione – nel nostro montaggio video…

– Massimo Mattioli

13 ottobre 2016 – 8 gennaio 2017
Quadriennale di Roma
Palazzo delle Esposizioni
Roma, Via Nazionale 194
www.quadriennale16.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.