Inaugurata a Roma la Nuvola di Fuksas. Dalla Raggi a Veltroni, ecco chiccera e le prime immagini

Tra Barocco e Razionalismo, un inno alla trasparenza. 1800 invitati per l’inaugurazione dell’opera attesa da 18 anni

L'inaugurazione della Nuvola di Fuksas a Roma
L'inaugurazione della Nuvola di Fuksas a Roma


Un inno alla trasparenza, che evoca sia il Barocco che il Razionalismo“. Queste la parole rivolte da Massimiliano Fuksas ai 1800 invitati presenti all’inaugurazione della cosiddetta “Nuvola”, il nuovo Centro Congressi all’Eur terminato il 30 giugno scorso, a 18 anni dall’affidamento d’incarico e a 8 dal suo avvio. Presenti fra gli altri alla serata – intitolata Tra Roma e il cielo – 102 diplomatici in rappresentanza di 76 nazioni; e presente un ricchissimo parterre di personalità della politica e della società civile, dal sindaco Virginia Raggi ai predecessori Veltroni e Rutelli, e poi Fuortes, Lotito, Malagò, Stefania Rocca, Gloria Guida. “Sarà un punto di aggregazione, un’icona, il simbolo di una Roma contemporanea che dialoga con il passato, sintesi tra la creatività architettonica e il know how dell’eccellenza Made in Italy“, ha commentato Roberto Diacetti, presidente di Eur Spa. Degli aspetti architettonici abbiamo lungamente parlato, e torneremo a farlo, ora ci affidiamo ai numeri, impressionanti: 37mila tonnellate di ferro, 58mila mq di vetro, 180 tonnellate di legno, 13 scale mobili, 16 sale, 21 sale regia, 2mila luci. Il resto, lo affidiamo alla fotogallery live della nostra Giulia Mura…

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.

1 COMMENT

Comments are closed.