Basta Galleria Civica. A Modena nasce il Polo per l’immagine contemporanea: e cerca già un direttore

Un bando per esperti di arte contemporanea selezionerà il direttore del nuovo soggetto giuridico che metterà insieme Galleria Civica, Museo della Figurina e Fondazione Fotografia di Modena

La Galleria Civica di Modena
La Galleria Civica di Modena

Nascerà dopo l’estate a Modena il Polo per l’immagine contemporanea, che integrerà in un unico soggetto giuridico Galleria Civica, Museo della Figurina e Fondazione Fotografia, così come previsto nel protocollo d’intesa siglato nei mesi scorsi da Comune e Fondazione Cassa di risparmio di Modena. La prospettiva è quella di trovare collocazione nel Polo Estense, nell’ambito del progetto di riqualificazione che riguarda il Sant’Agostino, ma nel frattempo il Polo per l’immagine contemporanea potrà contare sulle attuali sedi dei tre istituti e sulle loro sedi espositive della Palazzina dei Giardini ducali, del Foro Boario e del Mata, la ex Manifattura Tabacchi. Questa nuovo Polo – che dovrà mettere a sistema i patrimoni artistici e professionali dei singoli istituti, valorizzandone le specificità e “sostenendone la crescita e l’evoluzione”, oltre a rafforzarne la presenza e la visibilità a livello nazionale internazionale – ha ovviamente bisogno al più presto di qualcuno che lo guidi.

UN COMPENSO DI 70MILA EURO LORDI L’ANNO
Così il Comune di Modena e la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena hanno lanciato nei giorni scorsi un bando pubblico per l’incarico di Direttore: incarico che avrà quattro anni di durata (con un eventuale rinnovo di altri quattro) per un compenso di 70mila euro lordi l’anno, a partire dall’inizio del 2017, con “il compito di avviare e implementare le attività del programma artistico e gestionale del Polo”. Una commissione di esperti, nominata da Comune e Fondazione, selezionerà fino a un massimo di dieci candidature per la partecipazione al colloquio, sulla base di una serie di criteri, tra i quali la laurea ed almeno cinque anni di esperienza in direzione di musei o istituti culturali pubblici o privati e nell’organizzazione e cura di attività espositive d’arte moderna e contemporanea, oltre alla buona conoscenza dell’inglese e a una comprovata esperienza internazionale. Il bando, per esperti di arte contemporanea, rimarrà aperto fino alle ore 13.00 del 25 ottobre 2016.

Per scaricare il bando

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.