A Milano apre il primo bar Moleskine italiano. In zona Brera arriva il caffè letterario del taccuino più famoso al mondo

Un caffè letterario, una cosa d’altri tempi, eppure animata da un allure contemporaneo. Insomma un luogo speciale, per avventori che apprezzino la lentezza, la lettura e la scrittura. Ecco a Milano, in pieno Brera district, il primo cafè Moleskine…

Moleskine Café - lo spazio esterno su Corso Garibaldi
Moleskine Café - lo spazio esterno su Corso Garibaldi

Il brivido dell’avventura, Moleskine l’aveva già provato l’anno scorso, quando – in barba al rischio – l’A.D. Arrigo Berni aveva definito il primo Moleskine Cafè – aperto all’aeroporto di Ginevra – “un’alternativa contemporanea agli Starbucks”. I fatti gli hanno dato ragione e del resto lui lo aveva previsto, quando, sibillino, sosteneva che “il target dei viaggiatori è quello che di solito compra prodotti Moleskine”. Così quel punto ristoro di 80 mq circa, situato dopo il check in e curatissimo nei dettagli ha funzionato bene, tanto da convincere l’azienda ad aprirne un altro.

NEL CUORE DI BRERA
Il debutto è a Milano, nel cuore del Brera Design District, al centralissimo indirizzo di Corso Garibaldi 65 dove ha inaugurato il primo Moleskine Cafè italiano: il concept generale è di Interbrand – una società di consulenza che opera nell’ambito del design e dell’identità del marchio – che ha optato per un arredo neutro, semplicissimo, appena ravvivato da tocchi di colore e da una decorazione che si rifà agli schizzi, simili a quelli che ospiterebbero i fogli di uno dei celeberrimi taccuini con l’elastico.
Cosa ha convinto l’azienda di quaderni per antonomasia – non sono in tanti a poter vantare tra i propri top client personaggi come Vincent Van Gogh o Ernest Hemingway – a lanciarsi in un percorso così estraneo al proprio core business?
In realtà c’è un’assonanza tra il brand, che propone valori di ragionata lentezza e d’ispirazione che nasce dalla meditazione, e la concezione di un certo tipo di punto ristoro: lontano dall’idea di concitazione e di servizio veloce. “Abbiamo seguito le tendenze del mercato retail e la crescita dei cafè come luoghi alternativi all’online per offrire un esperienza di brand a 360 gradi” ha commentato Berni.

Moleskine Cafè, gli interni
Moleskine Cafè, gli interni

IL CAFÈ MILANESE
Al Moleskine Cafè di Milano, quindi, si potrà andare per sostare tranquillamente, prendere un caffè – grazie alla partnership con la torrefazione meneghina Sevengrams – fare colazione, un piccolo pasto, consumare un aperitivo o il brunch. C’è un corner, con gli ultimi prodotti esposti, al piano terra c’è spazio per esposizioni, incontri di formazione, workshop; nel mezzanino è allestita una zona sofà per garantire maggiore relax, ma anche concentrazione e ulteriore calma. Infine lo spazio esterno, con tavolini a cui rimanere per guardare la vita che continua a scorrere e – magari – prendere appunti.

www.moleskine.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.