Altaroma e Vogue premiano i giovani talenti fashion. Ecco chi ha vinto WION 2016

Per la XII edizione del concorso la giuria premia lo studio del colore e delle sovrapposizioni del brand Brognano, la reinterpretazione in chiave contemporanea della tradizione persiana di Miahatami e, per gli accessori, l’eccellenza artigiana locale di Pugnetti Parma

I concorrenti di WION 2016_ ph. S.Dragone- G.Palma -L. Sorrentino
I concorrenti di WION 2016_ ph. S.Dragone- G.Palma -L. Sorrentino

Studio di forme, geometrie, linee e colori. La valorizzazione della tradizione in chiave contemporanea, il trionfo dello stile glocal. Who Is On Next?, il concorso di scouting di Altaroma, promosso in collaborazione con Vogue Italia, decreta anche quest’anno i suoi vincitori, selezionati dalla giuria di esperti (tra cui si annoverano nomi come Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia, Suzy Menkes, International Vogue Editor, Carlo Capasa, presidente Cnmi, Sara Maino, Senior Editor di Vogue Talents e Raffaello Napolene, AD di Pitti Immagine) pronti ad entrare di diritto nell’universo della moda. Un’edizione che, come dichiarato dal presidente di Altaroma Silvia Venturini Fendi, conferma la vocazione al lavoro di continuità con Firenze e Milano, in un’ottica di miglioramento delle comuni sinergie per promuovere il talento made in Italy.

Brognano Ph. S.Dragone- G.Palma -L. Sorrentino
Brognano Ph. S.Dragone- G.Palma -L. Sorrentino

I TESSUTI DI BROGNANO
Sul podio, primo classificato per la categoria ready to wear donna, con la collezione primavera estate 2017, Nicola Brognano (alias Brognano), giovane designer calabrese che – dopo le esperienze professionali da Giambattista Valli e Dolce & Gabbana, e un diploma all’Istituto Marangoni di Milano – nel 2015 ha fondato il suo brand. La ricerca materica, l’occhio attento sui tessuti, la reinterpretazione del colore con uno spirito moderno sono i punti di forza che hanno portato la giuria ad identificarne le caratteristiche qualitative degne di essere premiate.
Per Brognano la possibilità di sfilare nel calendario di Milano Moda Donna a settembre 2017, il premio Yoox.com per il forte impatto visivo e la freschezza delle collezioni insieme a Parden’s (marchio di Daniele Giorgio dai tagli eleganti e puliti) e Pugnetti Parma, che offre la possibilità di presentare le collezioni al The Next Talent 2017 di Milano e inserire sulla piattaforma, che vanta più di cento Paesi, una selezione delle loro creazioni. Per il brand anche il premio Tomorrow che, oltre ad un riconoscimento in denaro, consentirà di presentare la collezione in showroom a Parigi il prossimo settembre.

Miahatami. Ph. S.Dragone- G.Palma -L. Sorrentino
Miahatami. Ph. S.Dragone- G.Palma -L. Sorrentino

PERSIA PRÊT-À-PORTER
WION? 2016 premia anche la riscoperta della tradizione, con il secondo posto che va a Narguess Hatami, designer di origini iraniane che fa tesoro dell’heritage della cultura persiana nel brand Miahatami. Dopo le esperienze negli uffici stile di Paola Frani, Msgm, Marco Morosini e Aviù, la stilista ha lanciato nel 2015, per l’autunno inverno, la sua collezione, declinata anche negli accessori. Lo stile è ricercato, raffinato, cosmopolita e non dimentica l’attenzione alla sartorialità, tanto che ogni capo è un vero e proprio progetto da insossare.

Pugnetti Parma_ ph. G.Palma - L.Piacevoli L. Sorrentino
Pugnetti Parma_ ph. G.Palma – L.Piacevoli L. Sorrentino

DALLA FUCINA DI A.I.: PUGNETTI
Per la sezione accessori, direttamente dall’esperienza positiva di A.I. Artisanal Intellingence, il progetto creativo di Altaroma, la vittoria è di Filippo Pugnetti per Pugnetti Parma, che sposa nelle sue creazioni la ricerca del nuovo attraverso il fil rouge della tradizione del passato che ha il sapore dell’artigianato locale, fondendo tecnica e dinamicità creativa nella sua collezione di borse. La sapienza dei maestri artigiani e pellettieri parmensi e lo studio digitale sono il punto di partenza per il designer che nella sua capsule, con una minuziosa progettualità, crea piccole opere d’arte. A Pugnetti Parma va anche il premio di Première Classe, l’esposizione francese del mondo degli accessori, che nella prossima edizione metterà a disposizione del brand uno stand gratuito presso Jardin de Tuileries a Parigi, dove sarà possibile interfacciarsi con i più prestigiosi buyer internazionali.
WION? ha regalato anche in questa edizione proposte innovative nel settore delle collezioni donna e degli accessori, premiando lo stile giovane e la freschezza delle linee, confermando la nuova mission di Altaroma ormai concentrata sul lancio, la promozione e il sostegno dei giovani talenti nel mondo della moda, non solo in Italia ma, in una visione di internazionalizzazione del made in Italy, anche all’estero.

– Gustavo Marco P. Cipolla

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Gustavo Marco P. Cipolla
Classe 1984, calabrese di origini, romano di adozione, Gustavo Marco P. Cipolla è un cittadino del mondo. Ama viaggiare, quando gli è possibile, e confrontarsi con realtà e culture sempre differenti. Le sue esperienze formative e professionali sono diverse: dalla Laurea in Relazioni Internazionali ai Master in Marketing e Comunicazione degli Eventi artistici, culturali e dello spettacolo e in Comunicazione e Giornalismo di Moda. Collabora con alcune testate dove scrive, senza la pretesa di essere un critico, di moda, arte e cultura. È stato stagiaire nelle Organizzazioni Internazionali e ha svolto, e svolge, l’attività di press officer nel mondo della musica, nell’universo della moda e ha anche curato l’ufficio stampa di alcune compagnie teatrali indipendenti. Crede fermamente nel talento (degli altri) e sostiene che i giovani di oggi, grazie alle giuste opportunità, diventeranno gli adulti di domani.