Nasce una collezione di magliette d’autore. Le firmano 10 tra i migliori illustratori italiani

Un progetto interamente made in Italy che unisce moda e illustrazione. Le firme più note del disegno italiano, prestano il loro inchiostro ad una nuova collezione di magliette, in vendita on line

La T-shirt illustrata da Riccardo Guasco

Presentato con evento a Riva del Garda – con una live performance e una mostra degli artwork che diventeranno stampe – è stato lanciato T-shirt.it, il il nuovo e-shop che – cavalcando il revival anni 90 e la moda normcore che fa della maglietta una sorta di bandiera passepartout – si pone l’obiettivo di portare sul web la tradizione italiana delle illustrazioni e dell’arte tipografica applicata al capo di vestiario basic per antonomasia.
“Una maglietta bianca è un’occasione sprecata” dice il claim del progetto, sviluppato da GRAFFITI – studio di comunicazione che proprio in questo periodo festeggia i suoi vent’anni – e da Illustri, che si definisce “la casa dell’illustrazione italiana” e che lo scorso inverno ha organizzato la prima biennale dedicata a questa arte grafica a Vicenza.
La maglietta o la felpa illustrata non sono certo una novità: anzi, persino l’haute couture ha sdoganato – Lanvin e Kenzo sono un esempio – questi capi portandoli in passerella, come non è nuovo l’impiego dell’illustrazione in contesti differenti rispetto a quelli classici del libro o della comunicazione. Quel che invece è il punto di forza delle illusTee è aver scelto la stampa serigrafica, piuttosto che quella a caldo o digitale, per mantenere il più possibile fedele il tratto e che caratterizza ognuno dei disegnatori.

La t-shirt disegnata da Philip Giordano
La t-shirt disegnata da Philip Giordano

L’ARTE SULLA STOFFA
Chi sono gli illustratori coinvolti? Ale Giorgini, Matteo Berton, Mauro Gatti, Philip Giordano, Riccardo Guasco, Simone Massoni, Gloria Pizzilli, Francesco Poroli, i Van Orton e Luca Barcellona: tutti disegnatori eccellenti e già affermati sia in Italia che all’estero con collaborazioni editoriali e in gallerie. Il catalogo on line delle magliette d’artista è già ricco e variegato: dal gotico dei Van Orton, agli animali a campiture piatte di Philip Giordano, alle creature oniriche nate dalla penna di Gloria Pizzilli, all’humour acuminato di Mauro Gatti.
Sono del resto proprio i disegnatori, in prima battuta, ad apprezzare la t-shirt come una sorta di veicolazione democratica del proprio immaginario, “Migliore” come dice Riccardo Guascopersino di un poster affisso per la strada, perchè – una volta indossata – la maglietta segue i movimenti del corpo e diventa quasi una seconda faccia di chi l’ha scelta”

– Marta Santacatterina

www.t-shirt.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Marta Santacatterina
Giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Storia dell'arte – titolo conseguito all'Università degli Studi di Parma con una tesi in Storia dell’arte medievale –, svolge da molti anni la professione di editor freelance per conto di varie case editrici ricoprendo anche, dal 2015 all’inizio del 2018, il ruolo di direttore editoriale del marchio Fermoeditore e della rivista collegata “fermomag”, sulla quale si è dedicata alle rubriche di arte, fotografia e mostre. Scrive per “Artribune” fin dalla nascita della rivista nel 2011, mentre più recenti sono le collaborazioni con il sito “Art&Dossier” – sul quale recensisce progetti allestiti in gallerie private –, con “La casa in ordine”, dove si occupa di designer emergenti e autoprodotti, e con la rivista “Dolcesalato”, su cui propone ai pasticceri suggestioni tratte dall'arte contemporanea. Scrive inoltre testi storico-artistici e sul fumetto per case editrici italiane (Giunti editore, Grafiche Step editrice ecc.) e statunitensi (Fantagraphics Books). Ha partecipato come giurata a concorsi di arte o fotografia e raramente cura delle mostre per artisti che riescono a convincerla grazie alla qualità dei lavori e alla solidità della loro poetica. Per la sede di Parma del Boston College, si occupa inoltre di attività di tutoring sull'arte contemporanea per studenti americani.