Lo Strillone: 50 milioni di euro sul Lago d’Iseo con il miracolo di Christo su Venerdì. E poi patrimonio a rischio concerto, bando da 8,7 milioni per operatori culturali

“Il miracolo di Christo: sul Lago d’Iseo arriveranno 50 milioni di euro”. Il Venerdì comincia a fare i conti di The Fleating Piers, la passerella per camminare sulle acque che sarà percorribile dal 18 giugno al 3 luglio e congiungerà i comuni di Sulzano e Monte Isola, passando dall’isoletta privata di San Paolo. “La comunità […]

Quotidiani
Quotidiani

Il miracolo di Christo: sul Lago d’Iseo arriveranno 50 milioni di euro”. Il Venerdì comincia a fare i conti di The Fleating Piers, la passerella per camminare sulle acque che sarà percorribile dal 18 giugno al 3 luglio e congiungerà i comuni di Sulzano e Monte Isola, passando dall’isoletta privata di San Paolo. “La comunità che viene scelta da Christo come luogo ideale per una sua opera non sostiene spese. Ma, invece, quanto guadagna? In questo caso, si calcola, quasi 50 milioni di euro. In 16 giorni. Quindi: più di tre milioni al giorno. Tra alberghi e b&b, ristoranti, negozi, autobus, treni, parcheggi. Gli alberghi sono già quasi tutti sold out: l’80 per cento delle camere é prenotato al prezzo medio di 168 euro a notte. Quanto ai b&b la ricerca di un letto è quasi un’impresa impossibile: l’occupazione supera già il 92 per cento”.

Se il concerto gratuito mette a rischio il patrimonio artistico”. La riflessione del Corriere della Sera prende spunto dal grande concerto organizzato a Perugia da Radio Subasio per i suoi 40 anni di attività, con la partecipazione di artisti famosi come Fiorella Mannoia, Roberto Vecchioni, Max Pezzali, Enrico Ruggeri: “il concerto si svolgerà in pieno centro storico, luogo dei tutto inadatto a ospitare un ‘concertone’ (questa l’espressione usata da tutta la stampa locale). In particolare un gigantesco palco ha dovuto essere costruito nei ristretto spazio tra il Palazzo dei Priori e la cattedrale, letteralmente a ridosso di una delle più straordinarie testimonianze della storia perugina e dell’intera civiltà comunale italiana: la Fontana Maggiore costruita alla fine del XII secolo e restaurata qualche anno fa”. “Lombardia. Per operatori culturali bando da 8,7 milioni”. È Il Sole 24 Ore a segnalare “l’avviso pubblico per l’accesso al fondo rotativo da 8,7 milioni destinato agli operatori culturali. Il bando la cui dotazione è ripartita in base al tipo di interventi, è destinato alla valorizzazione dei beni culturali immobili; sostenibilità gestionale dei beni culturali immobili attraverso lo sviluppo di specifici programmi operativi e business-plan; l’incremento della loro fruizione pubblica con tipologie diversificate di utilizzo culturale; la conoscenza diffusa del patrimonio storico e artistico della Lombardia”.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.