Scoprire le bellezze dell’Italia, dalle aree di servizio. Sky Arte HD e Autostrade tornano in tv con il format “Sei in un Paese meraviglioso”

L’Italia nascosta, affascinante e sorprendente Paese da esplorare, fu una meta prediletta fin dai tempi del Grand Tour, in cui l’audace curiosità finalizzata alla conoscenza incitava i giovani aristocratici europei a percorrere le strade della Penisola. Sei in un Paese meraviglioso è il format televisivo culturale in chiave moderna che promuove il turismo di qualità […]


L’Italia nascosta, affascinante e sorprendente Paese da esplorare, fu una meta prediletta fin dai tempi del Grand Tour, in cui l’audace curiosità finalizzata alla conoscenza incitava i giovani aristocratici europei a percorrere le strade della Penisola. Sei in un Paese meraviglioso è il format televisivo culturale in chiave moderna che promuove il turismo di qualità attraverso le eccellenze italiane, arte, storia ed enogastronomia, in un’avventura originale e coinvolgente che da giovedì 21 aprile, in prima serata, animerà gli schermi di Sky Arte HD. Il progetto di Autostrade per l’Italia vede Dario Vergassola nel ruolo di “Virgilio” d’eccezione, in qualità di narratore pionieristico, che andrà alla scoperta di esclusivi itinerari studiati insieme a partner d’eccezione come Touring Club Italiano e Slow Food Italia.
Diciotto appuntamenti indagheranno il territorio italiano ancora inesplorato, e partendo dai punti focali delle aree di servizio, il viaggio toccherà 12 regioni: Marche, Emilia Romagna, Veneto, Abruzzo, Puglia, Campania, Lazio, Umbria, Toscana, Lombardia, Liguria e Piemonte. Una fitta rete capillare di percorsi emozionanti ed eccezionali proposte di viaggio, tracceranno una cornice virtuale attorno all’immenso patrimonio italiano, in cui anche una fugace evasione può racchiudere l’eternità della storia.

– Nadja Gardini

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Nadja Gardini
Laureata all'Accademia delle Belle Arti di Roma, nel 2010 ha seguito un Master in Gestione di Galleria e Organizzazione di Eventi Culturali, che le ha permesso di maturare un’approfondita esperienza nel campo gestionale degli eventi. Ha organizzato e curato svariate mostre nella Capitale tra cui “L’Aquila non si muove” presso Palazzo Ferdinando di Savoia, sede del Ministero degli Interni, e “Texture percezioni filtrate” nel Villino Medievale di Villa Torlonia. Ha lavorato in Rai e dal 2012 collabora con diverse riviste online in veste di redattrice, editor e social media manager, promuovendo e divulgando la sua grande passione per l’arte.