Santarcangelo dei Teatri cerca direttore artistico per il Festival del Teatro in Piazza. Incarico triennale a partire dall’edizione del 2017, stipendio 40mila euro lordi: tempo fino al 16 maggio

Quarantamila euro lordi all’anno (1500 euro al mese? Forse qualcosina di meno). E una quantità di competenze richieste, tra cui la “comprovata esperienza nella gestione di progetti culturali legati alle arti performative contemporanee” e la “conoscenza del sistema nazionale e internazionale delle arti performative (artisti, associazioni, istituzioni, critici, operatori)”. L’associazione Santarcangelo dei Teatri ha appena […]


Quarantamila euro lordi all’anno (1500 euro al mese? Forse qualcosina di meno). E una quantità di competenze richieste, tra cui la “comprovata esperienza nella gestione di progetti culturali legati alle arti performative contemporanee” e la “conoscenza del sistema nazionale e internazionale delle arti performative (artisti, associazioni, istituzioni, critici, operatori)”. L’associazione Santarcangelo dei Teatri ha appena lanciato una chiamata pubblica per individuare la futura direzione artistica del Festival Internazionale del Teatro in Piazza. La call resterà aperta fino a lunedì 16 maggio 2016. I candidati dovranno inviare un curriculum dettagliato ed esprimere le linee progettuali in un documento non più lungo di cinque cartelle. La nuova direzione artistica verrà nominata al termine dell’edizione 2016 del Festival.
Il cambiamento”, spiega la presidentessa dell’Associazione Santarcangelo dei Teatri e sindaco della città Alice Parma, “è una delle poche certezze nella storia del Festival di Santarcangelo. Accettare le dimissioni di Silvia Bottiroli non è stato facile per il Consiglio di Amministrazione, perché significa l’addio di una curatrice che ha aiutato questa manifestazione a crescere fino alla conquista di uno dei più importanti premi europei del settore. Una persona che ha dimostrato grande amore per il Festival”. Aggiunge Silvia Bottiroli: “Di norma si decide di lasciare un incarico di direzione artistica per un conflitto con l’organizzazione, una proposta più prestigiosa, un senso di fallimento o di impossibilità, o una ragione personale importante. Nessuno di questi casi è alla base della mia decisione di terminare il mio mandato con un anno di anticipo. Le ragioni di questa scelta risiedono nel desiderio di percorrere più a fondo alcune direzioni di ricerca intraprese in questi anni e di confrontarmi con altri contesti, forme di circolazione del sapere e pratiche”.
L’analisi delle candidature e il conferimento dell’incarico saranno di esclusiva competenza del Consiglio di Amministrazione del Festival, che per l’occasione si potrà avvalere delle indicazioni di esperti del settore in veste di consulenti.

Michele Pascarella

http://santarcangelofestival.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Michele Pascarella
Dal 1992 si occupa di teatro contemporaneo e tecniche di narrazione sotto la guida di noti maestri ravennati. Dal 2010 è studioso di arti performative, interessandosi in particolare delle rivoluzioni del Novecento e delle contaminazioni fra le diverse pratiche artistiche.