Art Digest: le 1408 parole vuote di Donald Trump. Pyotr, 3 anni per 2 coglioni. 2 secoli, archeologia in Australia

Il Washington Post invia 13 domande su arte, cultura e libertà di parola a tutti i candidati alle presidenziali USA. A sorpresa il primo a rispondere è Donald Trump: che riesce a non dire niente in 1408 parole… (washingtonpost.com) Quaranta tombe con scheletri di uomini, donne e bambini di età diverse, risalenti alla XVIII dinastia […]

L'azione di protesta di Pyotr Pavlensky sulla Piazza Rossa

Il Washington Post invia 13 domande su arte, cultura e libertà di parola a tutti i candidati alle presidenziali USA. A sorpresa il primo a rispondere è Donald Trump: che riesce a non dire niente in 1408 parole… (washingtonpost.com)

Quaranta tombe con scheletri di uomini, donne e bambini di età diverse, risalenti alla XVIII dinastia faraonica (1295-1186 a.C.). Li ha ritrovati una missione di archeologi svizzeri nella città monumentale di Assuan… (abc.es)

Inchiodarsi i testicoli al pavimento della Piazza Rossa? Oltre ad essere una cosa un pochino pericolosa, può costare anche tre anni di prigione. Ne sa qualcosa Pyotr Pavlensky, controverso artista accusato di “danneggiamento del patrimonio culturale” (e non solo)… (artdaily.com)

Ognuno gioisce per le proprie scoperte archeologiche. E così in Australia desta grande clamore il ritrovamento alla periferia di Sydney di oltre 20mila manufatti aborigeni: punte di lancia e oggetti rituali di “ben” due secoli fa… (lefigaro.fr)

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.