Torna Open House a Roma. Ecco la lista degli edifici storici e contemporanei normalmente chiusi al pubblico e aperti gratuitamente per un weekend

Strizza l’occhio ad Expo Milano 2015, senza privarsi delle sue granitiche peculiarità: la quarta edizione di Open House Roma, declinazione nazionale della manifestazione nel cui circuito sono coinvolte 28 città nel mondo, da New York a Londra, da Chicago a Barcellona, si conferma come l’appuntamento privilegiato, gratuito e aperto a tutti, per varcare le soglie […]

La Biblioteca hertziana, a Roma

Strizza l’occhio ad Expo Milano 2015, senza privarsi delle sue granitiche peculiarità: la quarta edizione di Open House Roma, declinazione nazionale della manifestazione nel cui circuito sono coinvolte 28 città nel mondo, da New York a Londra, da Chicago a Barcellona, si conferma come l’appuntamento privilegiato, gratuito e aperto a tutti, per varcare le soglie di centinaia di edifici, storici, moderni e contemporanei, della Capitale. Sabato 9 e domenica 10 dunque, senza nessun biglietto da pagare si potrà prendere parte ad oltre 250 visite guidate promosse all’interno di sette distretti capitolini – Centro storico, Flaminio-Parioli, Nomentano-Tiburtina, Esquilino-San Lorenzo, Monteverde-Ostiense, Appio-San Giovanni, Eur-Corviale- e condotte da circa 400 volontari, un “esercito” di studenti, professori, architetti e semplici appassionati al cui impegno e preparazione si deve gran parte del successo dell’iniziativa.
Numerosi gli eventi in programma, tra cui l’inedito focus su architettura, cucina e ricerca a cura della Fondazione GIMEMA onlus, realtà attiva nella ricerca sulla leucemia e sulle altre malattie del sangue. Le modalità di partecipazione ad Open House Roma, promosso e organizzato dall’Associazione Open City Roma con il supporto di Roma Capitale – Assessorato Cultura e Turismo e dell’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia, con il patrocinio del Senato della Repubblica, Sapienza Università di Roma, Università degli Studi Roma Tre, Università degli Studi di Roma Tor Vergata e Biblioteche di Roma, sono state semplificate rispetto agli anni passati: i siti accessibili solo con prenotazione sono stati ridotti e più dell’80% dei luoghi selezionati potranno essere visitati sulla base dell’ordine di arrivo individuale.

Valentina Silvestrini

Lista completa di siti, orari di visita e iniziative collaterali: www.openhouseroma.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Dal 2016 coordina la sezione architettura di Artribune, piattaforma per la quale scrive da giugno 2012, occupandosi anche della scena culturale fiorentina. Ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma, città in cui ha conseguito l'abilitazione professionale. Ha intrapreso il percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi presso studi di architettura e all’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero fino al 2011. Successivamente ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia" della Scuola Normale Superiore di Pisa e ha curato gli eventi e la comunicazione della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura, a Perugia. I suoi articoli sono stati pubblicati anche su Abitare, abitare.it, domusweb.it, Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa, Cosebelle Magazine e Sky Arte. Oltre all'architettura, ama i viaggi e ha una predilezione per l'Asia e il Medio Oriente.