Umberto Cesari Art Contest, ecco la short list dell’edizione 2015. Ora per il vincitore si vota in rete: in palio una borsa di studio e la preduzione dell’etichetta

Lo abbiamo festeggiato insieme ad Arte Fiera Bologna, allo stand Artribune, con vino, etichette ad arte e tante novità. Ora, dopo un faticoso lavoro di selezione, la giuria ha emesso il verdetto. Sei sono le etichette che l’hanno spuntata sui 75 concorrenti dell’Umberto Cesari Art Contest, studenti delle Accademie di Venezia, Urbino e Uqam (Universitè […]

Lo abbiamo festeggiato insieme ad Arte Fiera Bologna, allo stand Artribune, con vino, etichette ad arte e tante novità. Ora, dopo un faticoso lavoro di selezione, la giuria ha emesso il verdetto. Sei sono le etichette che l’hanno spuntata sui 75 concorrenti dell’Umberto Cesari Art Contest, studenti delle Accademie di Venezia, Urbino e Uqam (Universitè du Québec à Montréal). Silvia Evangelisti (Docente all’Accademia di Belle Arti di Bologna), Annyse Marcoux (Head Buyer EU per SAQ), Gloria Vallese (Docente, Accademia di Belle Arti di Venezia), Sandrine Bourlet (Direttore marketing SAQ), Umberto Palestini (Direttore, Accademia Belle Arti di Urbino), Mario Côté (Direttore delle Scuola di Arti Visive e Media UQAM), Armando Nanni (Direttore Corriere di Bologna), Ariane de Warren (Chef de service marketing, SAQ), Gianmaria Cesari (Amministratore Delegato, Umberto Cesari) e Gianfranco Maraniello, novello direttore Mart, qui ancora nelle vesti “bolognesi”, si sono pronunciati selezionando le opere Abbraccio, Armonia, Futurwine, Origine, Stripes Wine e Trois-quarts per la short list finale. Toccherà alla rete decretare fino alla mezzanotte del 17 marzo 2015 il vincitore, votando l’immagine sul sito del contest. Il vostro “campione” vincerà una borsa di studio di 3.500 euro e la produzione dell’etichetta nella linea MOMA della cantina.

www.umbertocesariartcontest.com

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.